Reggiana, Menichini: "Siamo pronti a dare tutto"

Serie C - Lega Pro
reggiana_playoff

Così l’allenatore dei granata alla vigilia del match: "Indipendentemente dei moduli e dei giocatori che scenderanno in campo vogliamo fare una bella prestazione per dare una soddisfazione alla società e ai tifosi; abbiamo grande rispetto per il Livorno"

Obiettivo Livorno, obiettivo vittoria per credere ancora nella promozione e continuare a sognare la Serie B. Così la Reggiana di Leonardo Menichini si avvicina alla sfida contro gli amaranto in programma domani alle ore 18:30. Vigilia di partita con la classica rifinitura, la conferenza stampa del tecnico e la comunicazione dei calciatori convocati. Così l’allenatore dei granata ha parlato del match a poco più di ventiquattro ore dal fischio d’inizio.

Sulle condizioni della squadra

"In settimana ho cercato di far recuperare energie ai giocatori che hanno speso tantissimo. L'obiettivo è stato quello di ottimizzare al meglio i recuperi perché è un anno che questi ragazzi giocano per obiettivi importanti, ora siamo pronti per andare in campo e ottenere il massimo. Alcuni hanno avuto problemi fisici in settimana ma i medici hanno lavorato molto per mettermi a disposizione quasi tutta la rosa; la prima preoccupazione è quella di cercare di recuperare i calciatori per avere più possibilità di scelta. Ci sono giocatori che hanno infortuni che si portano dietro da settimane e non hanno potuto allenarsi con continuità, ma il gruppo sa che sarà una battaglia dura e in questi giorni ho visto i ragazzi allenarsi bene e con concentrazione".

Sul Livorno

"Sull'avversario che andremo ad affrontare posso dire che come tutti quelli che hanno raggiunto questa fase dei play-off, ha qualità e giocatori importanti e una tifoseria che spinge per arrivare al massimo. Abbiamo grande rispetto del Livorno ma vogliamo giocarci tutte le nostre possibilità per superare il turno. Siamo pronti, indipendentemente dei moduli e dei giocatori che scenderanno in campo vogliamo fare una bella prestazione per dare una soddisfazione alla società e ai tifosi. Quella amaranto è una squadra costruita per vincere il campionato, poi si è trovata davanti Cremonese e Alessandria e solo per questo non ci è riuscita; ma comunque non ha mai mollato ed è sempre rimasta al vertice".

Sulle insidie

"Ho dei bei ricordi sulla panchina dei toscani ma ora bisogna pensare che nell'arco di 180 minuti con eventuali supplementari e rigori la partita di ritorno in casa potrebbe essere un piccolo vantaggio; in ogni caso non faccio questi calcoli. Dobbiamo giocare tutti e due i match e con la giusta intensità e con equilibrio. Poi ci sarà anche il caldo da affrontare, per noi e per l'avversario. Il presidente ci ha fatti complimenti per il passaggio del turno dopo la partita precedente, è sempre attento alle vicende della squadra e ci sentiamo quotidianamente per parlarne", ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.