Catania, Lo Monaco: "Vogliamo tornare al più presto in A. Notai il Papu per un tunnel. Dybala..."

Serie C - Lega Pro
GettyImages-104021045

Tra il Catania, che vuole ritrovare al più presto le categorie superiori, il Papu Gomez da lui scoperto e portato in Italia e gli aneddoti di mercato: i calciatori argentini, Dybala. Pietro Lo Monaco è intervenuto ai microfoni di Sky Sport 24

Nella giornata del Papu, titolare nella sfida decisiva della sua Argentina al Perù, non potevano mancare le parole di chi lo ha scoperto e portato in Italia. Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, che lo scovò in Argentina. E ai microfoni di Sky Sport 24, Lo Monaco ha ricordato quell'intuizione: "iveva qualità importanti, oggi è uno di quei giocatori destabilizzanti, che rompono l'equilibrio della partita. L'ho scoperto per un tunnel. Ero a fare uno dei miei giri di perlustrazione in Argentina, lui faceva il trequartista nel San Lorenzo. Ha interrotto un'azione in difesa e anziche liberarsi della palla ha avuto la serenità e la sfacciataggine per fare un tunnel all'avversario che lo pressava nei pressi della sua area di rigore. Il fatto che sia titolare stasera mi sembra logico, è il giocatore adatto per il 4-2-3-1 di Sampaoli. E' difficile da contenere, ha i colpo per decidere le gare importanti. E se non lo è questa... Dybala? Non penso siano in concorrenza". E a proposito di Dybala, Lo Monaco ha svelato un aneddoto di mercato: "Lo avevo preso, prima del suo effettivo arrivo in Italia. Poi però è sfumato tutto per motivi economici: chiedete a Montella, ne sa qualcosa".

"Vogliamo riportare il Catania dove merita"

Lo Monaco e l'Argentina, una lunga storia d'amore... "Perché pesco sempre lì? Il rapporto qualità-prezzo in Argentina è il migliore che ci sia, il calciatore è agonista per natura. Il DNA è molto simile a quello italiano e poi i prezzi sono accessibili anche per le piccole società". Negli occhi di tutti c'è ancora quel Catania 2010/11, composto per 10/11 da giocatori argentini. E l'auspicio di Lo Monaco è che la società possa tornare su quei livelli: "La voglia di tornare prima in B e poi in A è tanta perché la piazza vuole e può stare nella massima serie. L'obiettivo dopo anni di grande difficoltà è risalire e risanare la situazione economica che ha raggiunto livelli veramente critici. Siamo una piazza da 14000 spettatori, in Serie C non è facie: questa gente merita categorie superiori".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.