Cosenza-Akragas, Braglia: "Gara importantissima. Perez è forte"

Serie C

L'allenatore della formazione rossoblù presenta la sfida con l'Akagras: "Affrontiamo l'ultima in classifica e vincendo potremmo fare un importante balzo in avanti. Ho chiesto ai ragazzi l'ultimo sforzo. Perez? E' un ragazzo sensibile, ma davvero forte"

Un ritorno al successo che mancava da ben sette giornate, firmato dall'uomo più atteso: Leonardo Perez. Cosenza che dopo il successo in trasferta contro il Racing Fondi adesso si prepara ad affrontare l'Akragas ultimo in classifica al San Vito-Marulla, una sfida che l'allenatore rossoblù Piero Braglia presenta così nel corso della conferenza stampa della vigilia: "Noi abbiamo un obiettivo che è quello di fare il meglio possibile, anche se non veniamo da un periodo non fortunato considerando che, spesso, in Serie C con in tiro in porta non si prende mai gol, invece a noi due tiri in porta ci hanno tolto quattro punti. L’Akragas ha giocato un giorno prima, quello può appiattire un po' di cose, noi però giochiamo in casa contro l’ultima in classifica, una buona squadra di C che si trova lì non si sa per quale motivo e, riuscendo a vincere, ci metteremmo in una condizione positiva di classifica. Se cambiamo giocatori in corsa è perché, in quel dato momento, la partita richiede altro, ma quello che mi preme dire è che bisogna andare in campo carichi e fare il Cosenza”, le parole dell’allenatore della formazione calabrese.

"Gara importantissima. Perez ragazzo sensibile, ma davvero forte"

Braglia che apre alla possibilità di qualche cambio nell’undici titolare che scenderà in campo contro l’Akragas: "I cambi ci sono, vorrei tanto che i ragazzi capiscano l'importanza di questa partita perché potremmo agganciare qualcuno che deve riposare e qualche altro a cui dovranno essere tolti punti. I cambi ci sono, vorrei tanto che i ragazzi capiscano l’importanza di questa partita perchè potremmo agganciare qualcuno che deve riposare e qualche altro a cui dovranno essere tolti punti. Contro il Fondi si sono viste stanchezza fisica e mentale, domani gli chiederò l’ultimo sforzo per lasciargli poi magari un paio di giorni liberi perché sono umani anche loro. Dobbiamo fare il massimo di quello che ci presenta la partita: ai play-off bisogna arrivare con una certa freschezza atletica, però questo ci ha proposto il calendario e questo ci teniamo". L'allenatore del Cosenza ha poi parlato di Perez che contro il Fondi si è finalmente sbloccato: "E' un ragazzo forse troppo sensibile, paga anche il fatto che ad Ascoli sia stato messo fuori rosa per sei mesi, ma c’è solo da aspettare perché è un giocatore forte", ha concluso Braglia.  

I più letti