Reggina, Maurizi: "Siracusa squadra esperta, vietato abbassare la concentrazione"

Serie C

L’allenatore della Reggina ha presentato in conferenza la sfida contro il Siracusa, mettendo in guardia i propri giocatori sulle difficoltà del match

Trasferta complicata, impegno ostico per la Reggina che fa visita al Siracusa per la trentaduesima giornata del campionato di serie C girone C. Dopo la vittoria ottenuta contro la Casertana nell’ultima gara giocata al Granillo, gli amaranto si apprestano ad affrontare una formazione che in casa ha costruito gran parte della propria positiva stagione. Per questo motivo Maurizi chiede calma e contrazione ai suoi uomini, consapevole che servirà una grande prestazione per conquistare punti importanti in ottica salvezza. "In questi giorni la squadra ha lavorato principalmente dal punto di vista tecnico-tattico, sarà una battaglia dunque ho pensato di far recuperare soprattutto energie fisiche e mentali. Il Siracusa è una squadra tremendamente esperta, ha cambiato qualcosa rispetto al girone d’andata ma non possiamo abbassare la concentrazione. Veniamo da un match molto duro come quello contro la Casertana, per questo motivo dobbiamo solo pensare a recuperare bene e a fare la nostra partita".

Maurizi recupera La Camera

Dal punto di vista degli assenti, Maurizi può tirare un sospiro di sollievo visto che rispetto alla gara contro la Casertana recupera Condemi e La Camera, al rientro dopo la squalifica: "Il recupero di La Camera ci permette di migliorare il nostro centrocampo, le sue caratteristiche ci serviranno per il finale di stagione. Stessa cosa posso dire per Mezavilla, è un calciatore che collocato in un determinato sistema di gioco può fare davvero la differenza. I problemi più grossi al momento vengono dalla fascia destra, attacchiamo poco da quella zona del campo ed è una situazione che dobbiamo migliorare. Hadziosmanovic è un giocatore importante, può fare parecchi ruoli ma al momento non mi va di fare altri esperimenti. Continueremo su questa strada. La quota salvezza? In questo momento non mi interessa quanti punti servono per ottenere la salvezza, dobbiamo concentrarci solo sulla partita contro il Siracusa per cercare di ottenere il massimo. Dopodiché penseremo al prossimo appuntamento, poi a quello successivo, non possiamo fare il passo più lungo della gamba ma guardare di partita in partita. Alla fine poi vedremo in che posizione di classifica saremo".

I più letti