Serie C, girone B: risultati e classifica. Vittorie per Padova e Sambenedettese

Serie C

Vince la capolista contro il Pordenone in casa, tiene il passo la squadra di Capuano che sconfigge 2-1 il Ravenna. Perde ancora il Vicenza di Lerda che ora si trova all’ultimo posto in classifica. Ok Fano e FeralpiSalò. Pareggio tra Gubbio e Teramo e Renate e Mestre

La partita tra Reggiana e Südtirol in programma il prossimo 2 aprile alle ore 15:00 chiuderà la 33ª giornata del gruppo B di Serie C. Sette le partite giocate quest’oggi con il Padova capolista che ha vinto in maniera netta la sua gara contro il Pordenone. In casa, i ragazzi di Bisoli segnano tre gol e salgono così ruota 57 punti in classifica dopo 29 gare giocate, tre passi più vicini alla promozione in Serie B. Nel primo tempo le occasioni per la squadra di casa non mancano ma il Pordenone si dimostra coraggioso anche se mai davvero pericoloso. Al 47’ arriva la rete che sblocca la gara con Mazzocco e al 57’ Pulzetti segna il gol del raddoppio. Il tris arriva alla 67’ con Gliozzi a chiudere una gara dominata dal Padova nel secondo tempo. Sono ora 8 i punti di vantaggio sulla seconda in classifica mentre resta fermo all’ottavo posto con i suoi 41 punti il Pordenone che nel prossimo turno resterà fermo.Vittoria anche per la seconda della classe, la Sambenedettese sconfigge 2-1 il Ravenna in casa. Una vittoria in rimonta per la squadra guidata da Ezio Capuano, a passare in vantaggio è infatti la squadra guidata da Antonioli al 4’. De Sena colpisce di testa su calcio d’angolo e porta momentaneamente avanti i suoi prima che al 22’ Stanco segni la rete del pareggio. Si chiude in equilibrio il primo tempo, bastano sei minuti alla Samb per trovare il gol del vantaggio. Bellomo mette la sua prima firma con la maglia della sua attuale squadra e regala così tre punti ai suoi compagni. Sale così a 49 punti e ritrova la vittoria dopo il pareggio contro il Südtirol la squadra di Capuano mentre resta fermo al 12º posto a quota 35 il Ravenna che nel prossimo match se la vedrà con il la FeralpiSalò che quest’oggi ha sconfitto, nell’altra gara delle 16:30, il Bassano in casa.

Anche la squadra di Domenico Toscano ha conquistato i tre punti in rimonta dopo aver subito la rete di Proia al 35’. Il Bassano chiude così in avanti il primo tempo dopo aver fatto le cose migliori nei primi 45 minuti, la ripresa però vede la Feralpi protagonista del primo quarto d’ora. Al 57’ e al 59’ arrivano le reti di Dettori e Legati che ribaltano così il risultato. Ottimo secondo tempo della squadra di casa che sale così a quota 45 scavalcando proprio i veneti avversari di giornata che rimangono invece a quota 43 in attesa di affrontare nel prossimo turno la Sambenedettese. La Feralpi sarà invece impegnata fuori casa contro l’Albinoleffe. Termina 2-1 anche la partita tra Vicenza e Santarcangelo, i veneti vengono sconfitti e rimangono così all’ultimo posto in classifica a quota 27 dopo 28 partite giocate. La squadra di Franco Lerda era passata in vantaggio al 24’ grazie a Comi che aveva legittimato le buone azioni dei biancorossi. Nella ripresa però pareggia Di Santantonio al 50’ e dopo aver rischiato di subire un nuovo gol, la neo squadra di Karel Zeman passa in vantaggio all’81’ con Piccioni. Un sorpasso che dura così fino alla fine e permette al Santarcangelo di salire a quota 29 in classifica, a +2 sugli avversari di giornata. L’ultimo successo di giornata è firmato dal Fano, sceso in campo alle 14:30 in casa contro l’Albinoleffe. I granata vincono con merito segnando un gol per tempo con Germinale al 7’ e Rolfini al 73’, i celesti di Salvini non riescono a reagire e con questi tre punti i ragazzi di Brevi conquistano un successo fondamentale che li porta a quota 28 punti in classifica. Giornata davvero storta per i bergamaschi che restano fermi a quota 36 dopo 29 partite giocate.

Termina 1-1 la gara tra Gubbio e Teramo, il match dello stadio Pietro Barbetti vede la squadra di casa passare in vantaggio con Burzigotti al 4’. Il pareggio arriva al 17’ grazie a Graziano e il resto del match è vede le due squadre impegnate in un botta e risposta che alla fine non premia però nessuna delle due formazioni. Un punto a testa dunque, la squadra di Sandreani sale a quota 29 punti in classifica mentre l’avversario di giornata si porta al 14º posto con i suoi 32 punti. Termina 1-1 anche l’ultima gara tra Renate e Mestre. Allo stadio Città di Meda segna per prima la squadra di casa con Gomez al 28’, la formazione veneta di Zeronelli pareggia al 35’ con Sottovia. Il primo tempo si chiude così in equilibrio con le due squadre che non riescono a superarsi. Poco cambia anche nella ripresa nonostante il rosso diretto per De Luca che lascia il Renate in 10 negli ultimi minuti della partita. Poche le occasioni create nella ripresa e un punto a testa che permette alla squadra di Cevoli di salire a quota 39 punti in classifica, si trova invece ora alla settimo posto con i suoi 49 punti la formazione veneta che non vince da due gare dopo il pareggio nel derby contro il Padova nel turno scorso.

I più letti