Serie C, girone C: risultati e classifica. Pari Lecce, accorciano Trapani e Catania

Serie C

Lecce fermato al Via del Mare dal Siracusa, Trapani e Catania vincono e ora sono a -2 dalla capolista ma con una partita in meno. In chiave playoff vittorie importanti per Cosenza e Monopoli

Continua l'appassionante corsa verso la Serie B, con tre squadre blasonate a giocarsi la promozione diretta e il primo posto in classifica. Frena ancora il Lecce, fermato in casa dal Siracusa. Eppure la partita era iniziata bene per i giallorossi, passati in vantaggio grazie al gol di Antonio Marino. Poi c'è il ritorno dei siciliani, con la rete del definitivo 1-1 segnata da Elio De Silvestro. Ne approfitta il Trapani che, con una rete di Felice Evacuo, batte il Matera e si avvicina al primo posto. Stesso discorso anche per il Catania che, già a conoscenza del mezzo passo falso del Lecce, travolge nel secondo tempo il Catanzaro: Barisic apre il risultato al 48', poi Curiale, Ripa e Porcino completano il poker. Lecce 65, Trapani e Catania a 63 ma con una partita in meno. E corsa verso la Serie B sempre più emozionante.

Corsa playoff, vittorie importanti per Cosenza e Monopoli

In tre si giocano la promozione diretta, poi dal quarto posto in giù è grande bagarre per le posizioni utili per i playoff. Con il pareggio di Lecce, il Siracusa si conferma quarta forza del campionato salendo a quota 48 punti. Staccato il Matera, che resta a quota 47 dopo la sconfitta di Trapani. Si ferma anche la corsa della Juve Stabia, ora a quota 46. Il Cosenza si avvicina ai campani vincendo proprio lo scontro diretto giocato al Menti di Castellammare di Stabia: decisive le reti di Matteo Calamai e Kastriot Dermaku, nel finale inutile l'1-2 di Lino Marzorati. Calabresi ora a 44, a due punti proprio dalla Juve Stabia ma a uno dal Monopoli: per i pugliese 45 punti in classifica grazie al successo di misura sul campo del Rende firmato da Leonardo Longo nel finale. Staccato proprio il Rende, che resta a quota 43 punti al nono posto. Chiude la griglia playoff, al momento, la Sicula Leonzio dopo la bella vittoria interna contro il Racing Fondi: 2-0 con le reti nel secondo tempo di Mauro Bollino e Sonny D'Angelo. Al momento i siciliani sono decimi a 41 punti e hanno scavalcato la Casertana, retrocessa ora all'undicesimo posto con 40 punti. Per i campani pareggio nel derby contro la Paganese, con il gol nel finale di Paride Pinna a pareggiare la rete di Francesco Scarpa nel primo tempo. La Casertana è la prima inseguitrice dietro la zona playoff, segue la Virtus Francavilla a quota 39 dopo la vittoria in casa dell'Akragas: 0-1 con gol decisivo di Valerio Anastasi. Dietro c'è a quota 38 il Bisceglie, fermato sull'1-1 in casa dalla Fidelis Andria: gol del vantaggio di Eugenio D'Ursi, pareggio ospite con Leonardo Taurino. Nel limbo resta il Catanzaro, che ha cinque punti dai playooff e quattro di margine sui playout dopo la sconfitta interna contro il Catania.

Quattro squadre in lotta per la salvezza

Tante squadre in lotta anche per la salvezza. L'ultima formazione che al momento si salverebbe direttamente è la Reggina, ferma a quota 33 punti. La prima in pericolo, al quartultimo posto, è invece la Fidelis Andria, a quota 32 punti dopo l'1-1 di Bisceglie. Staccata la Paganese, che fa un piccolo passettino grazie al pareggio nel derby tutto campano con la Casertana e sale a 29 punti. A quota 26, al penultimo posto, c'è il Racing Fondi con 26 punti. Spacciata l'Akragas, sempre più ultima con appena 10 punti e ormai destinata alla retrocessione in Serie D.

I più letti