Serie C, girone B: risultati e classifica dopo la 34ª giornata

Serie C

Si ferma il Padova sconfitto dalla Triestina fuori casa. Vittorie per Südtirol, Fermana e Bassano. Samb ko; pareggio senza reti nel derby tra Mestre e Vicenza, gli uomini di Lerda abbandonano l’ultimo posto

La capolista Padova viene sconfitta a sorpresa in casa della Triestina, 1-0 il risultato finale. È questo uno dei risultati sorprendenti della 34ª giornata del girone B di Serie C, il gol di Coletti regala tre punti alla formazione guidata da Princivalli. Succede tutto nel primo tempo, il vantaggio della squadra di casa è meritato e nella ripresa i ragazzi di Bisoli si provano anche con i cambi ma nemmeno le numerose occasioni create riportano la gara in parità. Rimane dunque fermo a quota 57 il Padova mentre si porta 41 la Triestina che nel prossimo turno farà visita al Gubbio. I veneti se la vedranno invece con l’Albinoleffe in casa. Nell’altra partita giocata alle 14:30 il Südtirol ha sconfitto 2-0 il Fano in casa: una vittoria piuttosto semplice per il gruppo guidato da Zanetti, le due reti sono state segnate da Fink e da Tait - entrambe nel primo tempo. Nella ripresa il Fano è rimasto anche in 10 per l’espulsione di Soprano prima e di Gattari poi, con la squadra che ha quindi finito in nove uomini ed è pertanto rimasta ferma a quota 28 punti, all’ultimo posto della classifica. Sale invece ha 46 il Südtirol quinto nella graduatoria.

Passando poi alle partite delle 16:30, vittoria di misura della Fermana in casa contro il Gubbio, 1-0 il risultato finale grazie alla rete di Sperotto all’83’. Il merito della squadra di Flavio Destro è quello di aver trovato il vantaggio dopo essere rimasti in 10 per oltre un’ora di gioco, nel primo tempo le due squadre non avevano creato grandi occasioni e le emozioni si erano fatte attendere. Nella ripresa il Gubbio gioca anche meglio ma non riesce ad incidere e finisce così sconfitto. Rimane ferma a quota 32 punti la squadra di Sandreani mentre sale a 37 la Fermana che nel prossimo turno osserverà una giornata di riposo. Pareggio senza reti nel derby tra Mestre e Vicenza, con la squadra di Lerda che non riesce a ritrovare il successo: nel primo tempo gli ospiti giocano meglio e vanno anche vicino al vantaggio mentre è poco incisiva la formazione di casa; nella ripresa l’equilibrio rimane anche se ad andare più vicino alla rete sono sempre i biancorossi. Sale a 43 punti in classifica la squadra guidata da Zironelli e a 29 l’avversario di giornata che complice il ko del Fano riesce ad abbandonare quantomeno l’ultima posizione. Pareggio anche tra Teramo e Renate, 1-1 il risultato finale: sul tabellino i nomi di Bacio Terracino e di Palma, entrambe le reti sono state segnate nella ripresa mentre nei primi 45 minuti era stata la formazione ospite a partire meglio prima di lasciare campo all’avversario. Il Teramo rimane anche in 10 uomini ma riesce comunque a mantenere l’equilibrio fino alla fine portandosi così a quota 30 punti in classifica, 10 in più quelli del Renate.

Fischio d’inizio alle ore 17:00 per la partita tra Bassano e Sambenedettese, vinta dalla squadra di casa. Un 2-0 firmato Minesso e Gashi, tre punti per la formazione di Colella che sale così a quota 46. Si ferma la corsa della Samb che rimane terza ma ferma a 49 in attesa di affrontare nel prossimo turno il Teramo. Tra Ravenna e Reggiana finisce invece 2-1 per gli emiliani a segno con Bastrini e Altinier. In avvio di ripresa la squadra di casa riesce anche ad accorciare le distanze con Broso ma il gruppo di Antonioli non può comunque trovare il pareggio nel corso della ripresa dopo il nuovo svantaggio dei granata. Un successo importante per la squadra di Eberini che sale così al secondo posto a quota 50 mentre rimane ferma all’11º a quota 38 il Ravenna. A chiudere la giornata la gara tra Albinoleffe e Feralpi Salò: una doppietta di Gusu e una rete di Colombi - tutte nel primo tempo - hanno dato la vittoria alla squadra bregamasca, per la formazione di Toscano inutile la rete di Guerra nel finale. Ritmi piuttosto alti nel primo tempo, poche emozioni nella ripresa con i ragazzi di Alvini che salgono così a quota 39 e condannano l'avversario di serata a rimanere a quota 45 punti.

I più letti