Coppa Italia Serie C, l'Alessandria vince finale di andata. Marcolini: "Gol in trasferta, obiettivo centrato"

Serie C

Le parole dell’allenatore dei grigi dopo la vittoria in trasferta sulla Viterbese nella gara di andata della finale di Coppa Italia di Serie C: "Adesso pensiamo già al ritorno, giocheremo come se questa partita non ci fosse mai stata"

Missione compiuta, o quasi. Primo piccolo obiettivo raggiunto per l’Alessandria, che nella gara di andata della finale di Coppa Italia di Serie C ha superato in trasferta la Viterbese. Ottimo risultato in vista del match di ritorno per i grigi, che allo stadio Rocchi di Viterbo si sono imposti 1-0 grazie alla rete di Marconi, bravo ad andare a segno con un’incursione vincente al 40’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Poi, per l’Alessandria, tanta attenzione in fase difensiva: nessun gol subìto e l’importantissima chanche di giocarsi la vittoria in casa, allo stadio Moccagatta, dove a questo punto la Viterbese – per mettere a repentaglio la conquista del trofeo da parte dei grigi -, dovrebbe imporsi con due reti di scarto. 

Gol in trasferta, obiettivo centrato. Ottima gestione della gara

Soddisfatto per l’andamento della gara Michele Marcolini, che al termine del match ha svelato come il primo obiettivo dei grigi fosse quello di segnare fuori casa. "Sono soddisfatto – ha detto l’allenatore dell’Alessandria -, abbiamo raggiunto il nostro primo piccolo obiettivo, ovvero segnare un gol in trasferta. Questo, a prescindere dal risultato finale, ha davvero un peso particolare. Abbiamo ottenuto un buon risultato e, oltre all’approccio, mi è piaciuta parecchio la gestione della gara da parte dei miei giocatori: è stata davvero ottima. Sappiamo bene che si può sempre fare meglio, ma indipendentemente dalle cose buone o da alcuni errori, alla vigilia di questa finale di andata avremmo messo la firma per ottenere un risultato del genere sfoderando una prestazione tanto matura. Forse potevamo far meglio qualcosa in determinati frangenti della gara,  ma siamo stati davvero bravi a soffrire poco. Adesso pensiamo già alla sfida di ritorno e, nonostante gli impegni di campionato, è difficile che in una finale vengano a mancare le energie. Ci aspetterà un’altra partita secca e la affronteremo come se questa non ci fosse mai stata".

I più letti