Bisceglie-Reggina, Maurizi: "Siamo stati poco cinici, ma contava vincere"

Serie C

L’allenatore della Reggina ha analizzato la vittoria ottenuta contro il Bisceglie, esprimendo la propria soddisfazione per l’atteggiamento mostrato dalla squadra

Una vittoria che conta tantissimo quella ottenuta oggi dalla Reggina, capace di tornare da Bisceglie con tre punti che valgono tantissimo in ottica salvezza. I gol di Sciamanna e Pasqualoni fanno sorridere gli amaranto, che vedono il proprio obiettivo sempre più vicino. Soddisfatto e felice nel post gara anche Agenore Maurizi, che voleva fortemente una vittoria per allontanare i veleni delle ultime settimane: "Oggi l’importante era portare a casa i tre punti e, fortunatamente, ci siamo riusciti con voglia e determinazione. Contava solo vincere, lo abbiamo fatto e dunque mi prendo quanto di buono fatto vedere dalla squadra. Sono pronto ad ascoltare le critiche sul gioco della squadra, ma oggi ci servivano i tre punti e sono felice di averli conquistati. Qualcuno dirà che abbiamo giocato male, ma ci siamo ripresi da qualche punto perso in precedenza. Non è stato facile tornare in vantaggio dopo il pari immediato subìto dopo il nostro primo gol, non doveva accadere. Ma ripeto, serviva fare una gara di sacrificio e volontà, determinazione e volevamo questo risultato. Ci sono state cose andate bene e cose andate male, ma sono aspetti tecnico-tattici. Il Bisceglie? E’ una squadra di buona qualità, l'ho sempre detto. Ci siamo abbassati troppo in certi frangenti. Siamo stati poco cinici, potevamo addormentare la gara o essere più cattivi sotto porta e chiudere la partita".

"Dispiaciuto per Basile"

L’allenatore della Reggina è tornato poi sulle difficoltà delle ultime settimane, esprimendo anche il proprio dispiacere per l’allontanamento del coordinatore Basile: "E’ stato difficile nelle ultime settimane lavorare, anche per colpa del clima che si respirava intorno alla squadra. I giocatori e il mio staff sono stati molto abili ad isolarsi e a portare avanti il proprio lavoro, proprio come ha fatto il sottoscritto. Siamo andati in campo per raggiungere il nostro obiettivo, che resta la salvezza come tutti sappiamo. Rispetto la decisione della società, chiaramente ho un dispiacere affettivo per la situazione che ha coinvolto il direttore Basile. Noi siamo solo decisi a raggiungere l'obiettivo, questa squadra sa quello che vuole. Bianchimano? Di lui se ne sta occupando il dottor Favasuli, che è un fenomeno".

I più letti