Serie C, girone C: risultati e classifica dopo la 36ª giornata

Serie C

In attesa del posticipo che vedrà protagonista il Catania, vincono Matera, Casertana (nel derby contro la Juve Stabia), Rende e Sicula Leonzio. Successo anche per la Reggina che conquista così la salvezza aritmetica

Tre partite alle 14:30 valide per la 36ª giornata del girone C di Serie C. La gara tra Cosenza e Rende - iniziata con un’ora di ritardo a causa di un problema fisico per il direttore di gara - è terminata 3-0 per la squadra di Trocini: i gol di giornata portano le firme di Actis Goretta, Viteritti e Gigliotti. Il primo tempo è divertente e i biancorossi riescono per due volte a punire un Cosenza che invece sbaglia molto. Nella ripresa arriva anche il terzo gol nonostante il gioco sia tutto in favore della squadra di Braglia. Con i tre punti di oggi sale a 49 la formazione ospite che sorpassa di una lunghezza l’avversario di giornata, fermo a 48. Tra Fondi e Catanzaro la gara finisce invece in parità. 1-1 il risultato finale, alla rete di Spighi segnata al 22’ ha risposto Addessi al 56’. Nel primo tempo il vantaggio dei calabresi è meritato anche se il Fondi piano piano riesce a venire fuori fino al gol del pareggio trovato nella ripresa. La squadra di Pancaro conquista così un punto che le permette di salire a quota 41 punti in attesa di riposare nel prossimo turno, sale invece a 27 la squadra di Luiso che si prepara a giocare contro l’Akragas nel prossimo turno.

La Paganese viene invece sconfitta in casa dalla Sicula Leonzio; allo stadio Marcello Torre gli ospiti passano in vantaggio al 11’ grazie a Bollino e raddoppiano al 90’ con Lescano. Una rete per tempo a cui si aggiunge quella inutile segnata da Cernigoi al 2’ di recupero del secondo tempo. Nel primo tempo succede veramente di tutto con la Paganese che fa fatica ma rimane in superiorità numerica dopo l’espulsione di Narciso che aveva preso il pallone con le mani fuori dall’area. Nel secondo tempo nonostante l’uomo di vantaggio la squadra guidata da De Sanzo non riesce a pareggiare ma subisce anche la seconda rete prima di chiudere con un inutile gol che la lascia comunque ferma a quota 32 punti in classifica in piena zona retrocessione. Si porta invece a 45 la formazione siciliana che si trova così momentaneamente all’ottavo posto. Termina in pareggio invece la gara tra Siracusa e Bisceglie, due gol in due minuti segnati prima da Liotti e poi da D’Ursi nel secondo tempo. La prima frazione di gara era stata comunque divertente con occasioni da entrambe le parti con il Bisceglie leggermente messo meglio in campo, l’avversario riesce però a passare in vantaggio ma non riesce a mantenere l’1-0 per più di pochi secondi. Nel finale momenti di tensione che portano anche all’espulsione dell’autore del pareggio per la squadra di Mancini, che con questo 1-1 si porta a quota 39 in classifica. Cinque in più i punti dell’avversario di giornata che nel prossimo turno se la vedrà con la Juve Stabia. Appuntamento con la Casertana per il Bisceglie.

Le prossime avversarie di queste due formazioni si sono affrontate proprio quest’oggi, Casertana e Juve Stabia in campo alle 16:30 per il derby campano: 3-1 il risultato finale per la squadra di D’Angelo, di De Vena (autore di una doppietta) e De Rose le reti che hanno consegnato il successo alla formazione di casa che riesce a vincerla solo nei minuti di recupero del secondo tempo. Per i gialloblù in gol Strefezza, che però non riesce a evitare il ko della sua squadra che rimane così ferma a quota 52 punti, diventano 47 quelli della Casertana che nel prossimo turno giocherà a Bisceglie. Successo interno della Reggina contro l’Akragas, Sciamanna e Provenzano -con una rete per tempo - permettono ai ragazzi di Maurizi di conquistare i tre punti e salire così a quota 39, in una zona di classifica che gli permette di mantenere la categoria anche nella prossima stagione. E’ salvezza aritmetica, mentre per l’Akragas già retrocesso i punti rimangono 6. Due le gare delle 18:30, con l’Andria sconfitta in casa dal Matera. Al 40’ segna Casoli e nella ripresa i tanti errori sotto porta della squadra di Papagni non permettono alla Fidelis di ritrovare la parità. Rimangono quindi 36 punti in classifica dell’Andria che resta ferma, 43 sono ora a quelli del Matera che ne ha poi persi anche nove causa penalizzazione. Chiude la giornata il pareggio tra Monopoli e Virtus Francavilla, dopo il gol di Genchi al 69’ la formazione ospite pareggia con Partipilo una gara che termina così in equilibrio. I pugliesi di Giuseppe Scienza salgono così al quinto posto con i loro 49 punti mentre l’avversario di giornata si porta a 45, al nono posto. A chiudere la 36ª giornata il posticipo in programma tra Catania e Trapani al Massimino, con i rossazzurri che proveranno ad avvicinare il Lecce capolista.

I più letti