Reggina, Giuffrida: "Voglio rimanere qui, a fine campionato incontrerò la società"

Serie C

Il giocatore della Reggina ha espresso la propria felicità per l’obiettivo raggiunto, sottolineando di voler rimanere in maglia amaranto anche nella prossima stagione

Obiettivo raggiunto, salvezza matematica acquisita. La Reggina finalmente può esultare grazie alla vittoria ottenuta contro il già retrocesso Akragas. Gli amaranto tagliano il traguardo con due giornate d’anticipo, facendo scattare la festa per un risultato voluto e ottenuto con le unghie e con i denti. Anche nella prossima stagione dunque sarà Serie C, con un organico rivoluzionato visti i molti prestiti. Tra i partenti non dovrebbe esserci Giuffrida, che ha confermato di voler rimanere in riva allo Stretto: "Siamo tutti felicissimi per la salvezza, quella contro l’Akragas non era una partita semplice ma l’abbiamo preparata bene conquistando i tre punti. Sono contento di quanto ho fatto vedere con la maglia amaranto, anche se posso ancora migliorare. Quando sono arrivato qualcuno ha cercato di mettermi in cattiva luce, ma io ho dimostrato di voler dare il massimo in campo. Siamo un gruppo forte, solido e abbiamo lottato al massimo per raggiungere l'obiettivo. Il mio futuro? Non nego di voler rimanere alla Reggina, la considero una grande opportunità per la mia carriera e desidero continuare qui. Alla fine del campionato mi incontrerò con la società e vedremo il da farsi. La storia di questa città dice che devi scendere in campo e lottare sino alla fine. Secondo me devi essere prima uomo e poi calciatore e lo abbiamo pienamente dimostrato in questi mesi. La nostra rosa può davvero puntare a qualcosa di più della semplice salvezza, chiaramente questa squadra è stata costruita a gennaio e serviva tempo per plasmarla. Vediamo nelle ultime due gare che risultati raggiungeremo".

Parla Maurizi

Sul risultato ottenuto si è soffermato anche l’allenatore Agenore Maurizi: "Ci ho sempre creduto, anche quando le cose si erano complicate. Abbiamo costruito una squadra con elementi di carattere e lo abbiamo fatto, voglio fare i miei auguri a Ivan Castiglia e Sergio Garufi, siamo una squadra matura e per mettere quei calciatori arrivati a gennaio in condizione servivano delle settimane. Abbiamo fatto quadrare la difesa, abbiamo fatto meglio di tutti. Abbiamo valorizzato tantissimi calciatori giovani, Reggio è una piazza esigente e competente, ci siamo riusciti tutti insieme e va fatto una grande applauso a tutti".

I più letti