Reggina, Sciamanna: "Il gol a Bisceglie è stato emozionante, resto qui anche nella prossima stagione"

Serie C

Il giocatore della Reggina ha ricordato con emozione il gol segnato a Bisceglie, arrivato come una liberazione dopo tanti mesi passati lontano dal terreno di gioco per infortunio

Salvezza in tasca e ultime due giornate utili a migliorare la propria posizione di classifica. La situazione in casa Reggina si è notevolmente rasserenata dopo la vittoria ottenuta contro l’Akragas, servita a tagliare il traguardo stagionale della permanenza in Serie C. Un premio per il sacrificio e la determinazione mostrati dagli amaranto in questi mesi, dove non sono affatto mancate le difficoltà. Felice per l’esito di questa stagione anche Sciamanna che ricorda con felicità il gol di Bisceglie: "E’ stato davvero emozionante, mi sono scagliato su quel pallone con il solo scopo di segnare, anticipando anche Sparacello. Quella gioia mi ha ripagato del tempo trascorso lontano dal campo per colpa dell’infortunio. Bianchimano? Abbiamo giocato due partite insieme, segnando due gol. Senza il mio guaio, avremmo potuto fare una grande stagione insieme. All’inizio credevo si trattasse di un infortunio di poco conto, poi il tempo passava e non riuscivamo a risolvere. Ho avuto vari consulti con specialisti, ma si è risolto poco. E' stato un problema particolare, dove era difficile intervenire. La mia mente è già proiettata alla prossima stagione, resterò a Reggio perché ho un altro anno di contratto. Ho voglia di tornare a segnare, l’anno scorso ne ho fatti 23 e ho intenzione di ripetermi il prossimo anno. La salvezza? In certi momenti della stagione il traguardo sembrava difficile. Domenica lo abbiamo voluto celebrare negli spogliatoi".

Parla Giuffrida

Chi potrebbe restare in amaranto anche la prossima stagione è Giuffrida, che ha espresso la sua gioia per la salvezza conquistata: “Siamo tutti felicissimi per la salvezza, quella contro l’Akragas non era una partita semplice ma l’abbiamo preparata bene conquistando i tre punti. Sono contento di quanto ho fatto vedere con la maglia amaranto, anche se posso ancora migliorare. Quando sono arrivato qualcuno ha cercato di mettermi in cattiva luce, ma io ho dimostrato di voler dare il massimo in campo. Siamo un gruppo forte, solido e abbiamo lottato al massimo per raggiungere l'obiettivo. Il mio futuro? Non nego di voler rimanere alla Reggina, la considero una grande opportunità per la mia carriera e desidero continuare qui. Alla fine del campionato mi incontrerò con la società e vedremo il da farsi. La storia di questa città dice che devi scendere in campo e lottare sino alla fine. Secondo me devi essere prima uomo e poi calciatore e lo abbiamo pienamente dimostrato in questi mesi. La nostra rosa può davvero puntare a qualcosa di più della semplice salvezza, chiaramente questa squadra è stata costruita a gennaio e serviva tempo per plasmarla. Vediamo nelle ultime due gare che risultati raggiungeremo".

I più letti