Serie C, girone A: risultati e classifica. Il Livorno torna in Serie B

Serie C

Il pareggio per 1-1 contro la Carrarese permette agli amaranto di festeggiare l'aritmetica promozione; complice anche lo stop in casa della Robur Siena, mentre il Pisa conclude il suo campionato con una sconfitta contro l'Arezzo

Basta un pareggio per 1-1 contro la Carrarese in casa al Livorno per ottenere l’aritmetica promozione in Serie B. Complice anche il ko del Siena, la squadra amaranto può festeggiare il ritorno nella seconda categoria al termine della partita che ha visto la formazione ospite passare in vantaggio al 15’ con Cais. Nei minuti di recupero del primo tempo, Vantaggiato ha rimesso le cose in parità e nella ripresa il risultato non è più cambiato. La squadra di Sottil interrompere la striscia di due vittorie consecutive ma può festeggiare il ritorno in B, dopo il Padova - protagonista della promozione lunedì scorso - anche gli amaranto hanno potuto fare festa davanti ai tifosi dell’Armando Picchi. La formazione toscana porta così a tre il vantaggio sulla seconda in classifica (e ha il vantaggio anche negli scontri diretti) e sale così a quota 67; discorso chiuso anche grazie all’inatteso ko del Siena in casa contro il Piacenza. I due gol di Romero e Corazza condannano i bianconeri a restare al secondo posto ma di mantenere le distanze dal Pisa terzo a sua volta sconfitto. Nel primo tempo la squadra di Mignani subisce il primo gol dopo aver giocato in maniera molto contratta; nella ripresa, nei minuti finali, arriva anche la rete che permette al Livorno di festeggiare e al Piacenza di salire a quota 51 punti. Ferma a 64 la squadra toscana che nel prossimo turno giocherà a Prato.

Nelle altre partite di giornata l’Arezzo ferma il Pisa, un gol di Moscardelli al 50’ permette alla squadra di Pavanel di raggiungere quota 34 punti scavalcando così Cuneo e Gavorrano. Nel primo tempo la squadra di casa aveva già mostrato di essere in forma, riuscendo a contenere le avanzate del Pisa prima di riuscire poi a segnare la rete del definitivo 1-0. Non hanno avuto esito positivo nemmeno gli ultimi assalti della squadra ospite, che conclude così la sua stagione a quota 61 punti dal momento che nel prossimo turno sarà di riposo. Appuntamento invece con la Carrarese per L’Arezzo. Da due toscane a un’altra, la Pistoiese supera l’Alessandria in casa grazie alle reti segnate da Ferrari e da Picchi. Inutile il gol di Gjura che dimezza lo svantaggio ma non cambia la sostanza; con un gol per tempo la formazione guidata da Paolo Indiani sale così al nono posto con i suoi 46 punti e continua a sperare di poter raggiungere i play-off. L’Alessandria di Marcolini, dopo aver festeggiato la Coppa Italia in settimana, non riesce a conquistare un altro risultato positivo e rimane ferma a quota 53 punti in classifica con il Monza che riesce così a superarla. Proprio il Monza ha vinto contro il Cuneo per 1-0 grazie al gol segnato da Cori al 77’. In Piemonte, nel primo tempo, le due squadre si studiano prima che siano proprio gli ospiti a prendere campo. Nella ripresa arriva la rete che consegna tre punti alla formazione lombarda che si porta dunque a quota 55 punti in attesa di affrontare nell’ultima gara di stagione l’Olbia. Rimane fermo a quota 32 il Cuneo che con ogni probabilità dovrà disputare i playout.

Vittoria poi del Pontedera sul Prato, la gara premia la squadra di casa che si impone con il risultato di 2-0. Un gol per tempo, il primo al 5’ con Pinzauti e il secondo all’80’ con Gargiulo, permettono alla squadra guidata da Maraia di salire al 10º posto con i suoi 46 punti insieme alla Pistoiese. Rimane invece fermo all’ultimo posto il Prato a quota 26, nel prossimo turno le due squadre affronteranno rispettivamente Carrarese e Siena. Partita pazza quella tra Giana Erminio e Gavorrano, 4-3 è il risultato finale: di Marotta, Perna (due) Perna e Okyere i gol della gara - per gli ospiti a segno Barbuti, Vitiello e Brega - spettacolare già il primo tempo con la formazione di casa momentaneamente in vantaggio; anche la ripresa non delude con altre due reti che permettono alla formazione di Albé di portarsi all’11º posto, a -1 dal Pontedera e dalla Pistoiese. Sale invece al terzultimo posto il Gavorrano che dovrà provare a salvarsi senza passare dei playout superando l’Arezzo e guadagnando almeno un punto sul Prato nell’ultima giornata. Per quanto riguarda poi l’Olbia, la squadra guidata da Mereu viene sconfitta con il risultato di 1-0 dalla Viterbese in casa. Decide un gol di Cenciarelli al 15’, nel secondo tempo la formazione di Sottili legittima il vantaggio e riesce così a portarsi a casa i tre punti che permettono ai gialloblù di salire a quota 55 e di giocarsi la promozione in Serie B ai play-off. Nulla di fatto per la formazione sarda che resta così ferma al 13º posto con i suoi 43 punti e rimanda ancora l’appuntamento con la vittoria che manca ora da quattro giornate. A completare la giornata, nell’ultima gara giocata alle 16:30, la vittoria della Pro Piacenza sull’Arzachena. A segno ci vanno Mastroianni, Barba, La Vigna e Ricci per la squadra di casa e Curcio al 78’ per gli ospiti. Al Garilli la squadra di casa si impone sin dai primi minuti e riesce così a salire a quota 38 punti in classifica - con i ragazzi di Maccoppi che conquistano così la salvezza aritmetica. L’Arzachena invece resta 14ª con lo stesso numero di punti e può così dirsi soddisfatta per aver mantenuto la categoria anche all’esordio tra i professionisti.

I più letti