Cosenza-Sicula Leonzio, Braglia: "Serve entusiasmo e fame"

Serie C

Alla vigilia della gara valida per il primo turno dei playoff, l'allenatore rossoblù parla così in conferenza stampa: "Non dobbiamo pensare che abbiamo due risultati su tre, nelle gare secche si azzera tutto. Serve entusiasmo e fame"

SERIE C, GIRONE C: RISULTATI E CLASSIFICA

Un mini campionato con in palio la Serie B. L'11 maggio inizierà il primo turno dei playoff, che tra le squadre protagoniste vedrà anche il Cosenza, impegnato contro la Sicula Leonzio nella sfida che si disputerà venerdì al San Vito-Marulla alle ore 20. "In queste partite conta la convinzione, la mentalità, la voglia di arrivare fino in fondo, ma la partita secca è sempre un rischio: sui 180′ fai in tempo a rimediare, sui 90′ ciò che succede succede. Abbiamo davanti una squadra sbarazzina, con molta qualità, dobbiamo stare attenti. La squadra sta bene, il problema delle partite secche è che si azzera tutto, non dobbiamo pensare che abbiamo due risultati su tre, dobbiamo limitarci a fare la nostra partita con molto entusiasmo e molta fame: di quello che dice Diana mi interessa poco, a quarant'anni magari avrei fatto anche io certi discorsi, vediamo se poi riusciremo a buttarli fuori noi o loro", le parole in conferenza stampa dell’allenatore del Cosenza Piero Braglia.

"Non temo la Sicula, ho 'paura' della mia squadra"

Braglia ha poi proseguito: "La partita di domani non c'entra nulla con quella del campionato, vediamo anche come si schierano loro, noi abbiamo delle linee guida e le aspettiamo. Abbiamo recuperato tutti i giocatori, speriamo di recuperare Idda e di fare meno danni possibile: non ho paura della Sicula, ho paura dei miei, voglio che tengano fede alle proprie ambizioni e spero che questo lo capisca anche la piazza, perché noi non giochiamo da soli, abbiamo bisogno del pubblico". L'allenatore del Cosenza ha poi parlato così di Tutino, grande protagonista nell’ultimo match di campionato: "Non ha fatto ancora nulla, deve dimostrare che è cambiato e che vuole fare categorie diverse e che vuole dare una mano a questa squadra a fare categorie diverse: ha delle doti importanti, ma non può comportarsi come prima. Gennaro deve impegnarsi al massimo per sfruttare le proprie doti", ha concluso Braglia.

I più letti