Lucchese-Alessandria, testata di Favarin a vice-allenatore avversario. La condanna di Ghirelli

Serie C

Nel finale di Lucchese-Alessandria (Serie C, girone A), pareggiata dai toscani al 92', l'allenatore dei padroni di casa colpisce con una testata Mancino, vice di Gaetano D'Agostino. In conferenza stampa Favarin si difende: "Sono stato provocato". La reazione di Ghirelli: "Violenza sconsiderata"

RISULTATI E CLASSIFICHE DELLA SERIE C

Bruttissimo episodio nel convulso finale della partita di Serie C Lucchese-Alessandria, giocata al Porta Elisa. La squadra di casa, che perdeva 0-2 è riuscita a pareggiare segnando il gol del 2-2 al 92', con il subentrato Provenzano. Poi è successo di tutto. Infatti l'allenatore dei toscani Giancarlo Favarin, che era stato espulso, uscendo dal campo ha avuto un battibecco con la panchina dell'Alessandria da cui è scaturito un parapiglia. A quel punto Favarin ha colpito con una testata Gaetano Mancino, viceallenatore dei piemontesi. La Lucchese sta vivendo un momento difficile data la precaria posizione in classifica generata anche da 8 punti di penalizzazione comminatigli a inizio campionato per ripetute violazioni amministrative. La questione stadio (con il sindaco di Lucca che ha minacciato di togliere la concessione alla proprietà in assenza di un prohgetto serio) e l'irregolarità sulla fidejussione depositata presso la Lega Pro hanno certamente contribuito ad esacerbare gli animi e ad alimentare il nervosismo in seno al club toscano.

Favarin si difende

Nel dopopartita Favarin si è difeso: "Quelli della panchina dell'Alessandria ci hanno offeso e ci hanno sputato, sia a me che alla segretaria Marcella Ghilardi. Sono episodi che succedono quando si crea una tensione del genere - ha aggiunto il tecnico della Lucchese -, causata da una terna arbitrale scandalosa, che ha concesso di tutto all'Alessandria. Rischio una lunga squalifica? Mi dispiacerebbe, ma sono stato aggredito ed attaccato".

D'Agostino non commenta

Dell'accaduto non ha voluto parlare l'allenatore dell'Alessandria, l'ex centrocampista della Roma Gaetano D'Agostino, anche lui venuto a contatto, nel parapiglia finale, con Favarin. "Vorrei parlare di calcio, in questi casi è normale che ciascuno tiri l'acqua al proprio mulino - ha detto D'Agostino -. Tutti hanno visto e deciderà chi di dovere. Io non mi sento di parlare a caldo, rischierei di dire cose che vanno oltre la mia persona, e comunque il mio pensiero su ciò che è successo lascia il tempo che trova".

Ghirelli: "Violenza sconsiderata"

"La tensione della gara, l'incertezza del risultato e neppure eventuali diverbi possono in alcun modo giustificare la sconsiderata violenza del gesto dell'allenatore della Lucchese nei confronti del membro dello staff dell'Alessandria al termine della gara che vedeva le due società contrapposte". Così il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, stigmatizza il brutto episodio accaduto oggi nel convulso finale della partita di Serie C Lucchese-Alessandria, giocata al Porta Elisa. "In una giornata della memoria, come quella di oggi, che ci ricorda la Shoah, in cui si dovevano esaltare i valori a difesa dell'odio e della violenza - commenta Ghirelli - mi vedo purtroppo obbligato ad evidenziare e condannare un esempio negativo. Purtroppo è quella faccia del calcio che non ci rappresenta e che non vorremmo mai vedere; che allontana la gente. Sono certo che il Giudice sportivo assumerà i provvedimenti che una situazione del genere merita. Mi auguro, altresì, che anche la società Lucchese non assista ma intervenga".

I più letti