#CESENASTORIES, 3^ puntata. "Il Cesena non si abbandona mai". Parola di tifosa

Serie C

Domenica serve una vittoria contro la Fermana. Tre punti che mancano ai bianconeri da ormai un mese. I tifosi sostengono la squadra." Il Cesena non si abbandona mai e se non lo ami quando perde, allora non lo devi amare nemmeno quando vince"

“I ragazzi si sono allenati bene e li vedo carichi". A parlare è Alberto Santarelli, il Club Manager del Cesena, nel Road to Fermo. “Dobbiamo vincere” è l’imperativo della squadra. “Il Cesena non si abbandona mai e se non lo ami quando perde non lo devi amare nemmeno quando vince”. In questa frase di una sostenitrice bianconera c’è l’essenza del tifo (quello buono). Quello che non mancherà neppure domenica 3 novembre (fischio d’inizio ore 17.30). Il Cesena è infatti atteso dalla seconda trasferta consecutiva, dopo la "gita" nella vicina Ravenna.

 

A Fermo la squadra bianconera cercherà di rendere amara la domenica di due che la Romagna ce l’hanno nel cuore, a partire dall’allenatore dei marchegiani Mauro Antonioli che abita a Bellaria; poi c'è il suo vice, Ivan Piccoli, che praticamente la maglia del Cesena ce l'ha cucita addosso, avendola indossata per ben sette anni tra Serie B e C.

Un amarcord che i due romagnoli non vorranno sicuramente perdere. Sarà sfida alla pari. Stessi punti per le due squadre e stessi risultati. La differenza sta solo nei gol: per i marchigiani solo 9 le reti segnate in 12 appuntamenti stagionali, quattro in più per il Cesena. Sui gol subiti è messa meglio- di poco- la Fermana: ne ha incassati 17 contro i 18 dei bianconeri. Sfida alla pari, dunque, ma nessuna delle due squadre vuole un segno ics.

I più letti