#CESENASTORIES, 10^ pt. Borello, è gioia bianconera. La prima da capitano di Capellini

Serie C

Seconda vittoria per il Cesena che festeggia grazie al gol di Borello, nel giorno in cui il cesenate doc Capellini indossa per la prima volta la fascia di capitano: "Una giornata che non dimenticherò mai"

Il secondo successo è arrivato. Dopo il Gubbio, il Cesena bissa anche contro il Modena, nel derby giocato domenica al Manuzzi.

“Sarebbe bello vincere in casa – erano le speranze di Modesto prima della partita- per festeggiare una vittoria davanti ai nostri tifosi”. Un desiderio che si avverato grazie a Borello che contro il Modena ha deciso la partita. Ci aveva provato già dopo 7 minuti, gol annullato. E’ invece buono quello che l'attaccante di Catanzaro segna al 34’: cross di Capellini, sinistro non imperdibile, ma sufficiente- grazie alla complicità del portiere emiliano Gagno- per portare avanti il Cesena, fino al 90’.

 

E’ un’azione che proviamo spesso in allenamento – spiega l’attaccante calabrese classe 1999 – e devo anche ringraziare Capellini che è stato bravo. E’ andata bene”.  E dire che Borello poteva non esserci. Modesto ha infatti deciso all’ultimo di farlo giocare. O quantomeno glielo ha comunicato solo alla rifinitura. “Io volevo giocare e dare il mio contributo- le parole del giovane di proprietà del Crotone- il mister mi conosce bene e sa come tirare fuori da me il meglio”. Tre punti da dividere a metà con il cesenate doc Capellini, proprio nel giorno in cui indossava la fascia da capitano. “Una giornata che mi rimarrà dentro per sempre. Avevamo davvero tanta voglia di festeggiare sotto la Curva Mare e goderci quello che ci meritiamo”.

Una festa che però durerà davvero poco. Oggi alle 17.30 c’è infatti la Coppa Italia: al Manuzzi arriva il Piacenza, in ballo l’accesso ai quarti di finale.

I più letti