#CESENASTORIES, 13^ puntata. Ritorno al passato (per guardare al futuro)

Serie C - Lega Pro

Ieri, oggi e soprattutto domani. E’ la storia di Francesco Modesto e Giuseppe Zampano. Per due anni, dal 2014 al 2016, compagni di squadra al Crotone e adesso di nuovo insieme. Uno fa l’allenatore l’altro, invece, è il neo acquisto del Cesena

Un ritorno al passato per guardare al futuro. Una faccia nuova in Romagna. Nuova per molti, ma non per tutti. Giuseppe Zampano, centrocampista classe 1993 è da ieri un giocatore del Cesena, fino a giugno 2020. Nato a Genova, lega il suo esordio tra i prof nel Portogruaro (C1) nella stagione 2012-2013. Poi due campionati di Serie B nel Crotone allenato prima da Massimo Drago e poi da Ivan Juric. E tra i compagni di reparto c’è un certo Francesco Modesto, quello che oggi lo ha voluto ancora al fianco. Non in panchina, ma in campo. Insieme, hanno anche festeggiato la storica promozione dei calabresi in Serie A al termine della stagione 2015-2016. Poi le strade si sono divise, anche per "colpa" dell’età anagrafica.

 

Modesto (classe 1982) è ormai a fine carriera, mentre per Zampano, nove anni più giovane, c’è ancora il tempo di festeggiare: lo fa con la maglia del Venezia di Pippo Inzaghi, con cui nel 2017 conquista la Serie B. 

 

“Il mister mi ha chiamato e non ci ho pensato due volte ad accettare questa sfida” , le prime parole del neo bianconero che in carriera ha collezionato 126 presenze tra i professionisti e messo a segno cinque reti.

 

Una mano, anzi, due piedi in più in vista, sabato sera, dell'arrivo del Fano ultimo in classifica e reduce da 8 sconfitte consecutive. I pronostici, quelli dei tifosi, dicono che il Cesena vincerà 2-0. In casa bianconera incrociano le dita.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche