Calciomercato, Inter-Sainsbury: ora è ufficiale

CalcioMercato

Con Ranocchia all'Hull City, i nerazzurri si cautelano: individuato il sostituto, si tratta del centrale australiano classe '92 dello Jiangsu Suning (società cinese). Un rinforzo arrivato grazie alla sinergia col gruppo Suning

Uno esce, l'altro entra: con Andrea Ranocchia all'Hull City (prestito secco) l'Inter di cautela. Sinergia con lo Jiangsu Suning per Trent Sainsbury. "Ovvero?". Domanda più che lecita. Centrale difensivo classe '92, Campione d'Asia nel 2015 con la sua Australia. Ci siamo. Operazione fortemente voluta da Suning, proprietario del club in cui gioca il difensore. Che adesso è divenuto ufficiale, ecco la nota dell'Inter: F.C. Internazionale comunica di aver raggiunto un accordo con il Jiangsu Suning per l'arrivo a titolo temporaneo di Trent Lucas Sainsbury. Il difensore australiano classe 1992 si trasferisce in nerazzurro fino al 30 giugno 2017".

Chi è Sainsbury, l'identikit - Sainsbury inizia la carriera in Australia coi Central Cost Mariners, squadra di Gosford (62 presenze e 2 reti in quattro anni). Posto di mare: "Stavo sempre in pantaloncini, infradito e canottiera. Molto bene a dire il vero". Poi, nel gennaio del 2014, il passaggio al Pec Zwolle. Dall'Australia all'Olanda, impatto difficile soprattutto con l'ambiente: "Quando vado a prendermi un caffè devo indossare tutto il guardaroba, fa troppo freddo!". Questione d'abitudine: "Ora posso godermi qualche bella passeggiata in città". Meglio col tempo. Esordio non facile però, Sainsbury impatta contro un irrigatore del terreno di gioco e resta fuori per tutta la stagione. Infortunio grave: "Ginocchio KO". Sfiga mai vista. E domanda lecita: "Hai mai pensato di adire per vie legali?". Lui così: "Inizialmente sì, poi ho lasciato perdere. Anche se non ho ancora ricevuto una lettera di scuse, mi infastidisce molto. E' stato un momento difficile, ho perso un'occasione. Ora sono pronto a ripartire". E le due stagioni successive gioca più spesso. Centrale difensivo a cui piace impostare, lui si descrive così: "Mi piace giocare la palla e avere qualche responsabilità nella costruzione del gioco". Un tipo ambizioso: "Sogno di giocare in grandi stadi come qualsiasi altro ragazzo. Spagna, Germania, Italia". In Serie A: "Mi piacerebbe giocare in un top club, anche in Champions League. Poi con l'Australia". Vincitore della Coppa d'Asia del 2015 da titolare, uno "dei successi più grandi di sempre". Presenze in carriera? 114 con 5 reti, sui calci d'angolo sale spesso e fa valere il fisico. Ora, dopo 42 presenze e due reti nel campionato cinese, è pronto all'avventura in Italia.

I più letti