Calciomercato Napoli, ADL: "Ounas arriva. Nessun titolare andrà via"

Calciomercato
aurelio_de_laurentiis_ansa

Il presidente azzurro a 360º sul mercato: "Reina e Ghoulam restano, con Sarri non ho alcun problema. Rulli potrebbe fare al caso nostro, lunedì la firma di Ounas". Ad agosto inizia la stagione: "La Champions League non ci fa paura"

"Siamo impegnatissimi in vista della prossima stagione". Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis guarda già ad agosto, quando per la sua squadra comincerà una nuova battaglia, tra campionato e Champions League. “L’altro ieri ho parlato al telefono con Sarri, che ha un contratto con noi per altri tre anni. Fra me e lui non esiste alcun problema” ha detto in un’intervista a La Repubblica, parlando anche di mercato, e di Reina. "Ha un altro anno di contratto e vuole rimanere con noi, pure a scadenza. Ma presto parlerò anche con lui, fermo restando che ci stiamo guardando intorno per il futuro. Di Rulli, il numero uno argentino che gioca in Spagna, mi dicono che sia bravo con i piedi e potrebbe dunque fare al caso nostro. Però della questione portiere meno si parla e meglio è. Dico solo che Rafael ha bisogno di giocare e va via, anche se non era così scarso. Sepe è invece più giovane e può avere pazienza, vedremo”.

"Ghoulam resta, avvio di stagione tosto"

De Laurentiis fa un punto approfondito su cosa potrà accadere nelle prossime settimane: “Se Ghoulam resta? Certo, ha un contratto: dove dovrebbe andare? Nessun titolare andrà via”. Ounas in arrivo dal Bordeaux: “Lo aspettiamo per le visite mediche e la firma. Ma forse lunedì, a Roma c’è il ponte. Mario Rui? I nostri giocatori devono essere rapidi e fare tutto in velocità. Giocheremo sempre all’attacco. Sulla fase difensiva accenderemo un cero a San Gennaro, ma vogliamo che siano gli altri a preoccuparsi di noi”. Sul ritiro di inizio stagione: “Ci aspetta un avvio di stagione molto tosto, con molte amichevoli impegnative. In ritiro affronteremo il Chievo, poi andremo in Germania per la prestigiosa Audi Cup, poi in Inghilterra per giocare col Bournemouth. Infine debutteremo al San Paolo il 10 agosto, con l’Espanyol. Avremo le gambe imballate e metto nel conto qualche brutta figura. Ma conterà solo essere pronti per lo spareggio di Champions, che comunque non ci fa paura”. Battuta finale sulla festa per Maradona: “È una celebrazione fittizia, ma mi dispiace non esserci: parto per il ritiro proprio il 5 luglio. Avrebbe avuto più senso mettere contro, in un’amichevole, nuovo e vecchio Napoli: però c’era il timore di qualche infortunio e poi il prato del San Paolo non è al meglio dopo il concerto di Nino D’Angelo: un amico a cui proprio non potevo dire di no. Meglio non rischiare: ci aspetta la Champions".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche