Calciomercato Lazio, ufficiale Marusic: jolly sull'esterno per Inzaghi

CalcioMercato

La Lazio ha ufficializzato Adam Marusic, arriva per 6,5 milioni più bonus dall'Oostende. Nuovo rinforzo per Simone Inzaghi, che accoglie un importante jolly per entrambe le fasce

Calciomercato L'Originale, da lunedì alle 23 su Sky Sport 3

Importante rinforzo per la Lazio, acquisto diventato ora ufficiale. Adam Marusic è un nuovo calciatore biancoceleste. Contratto di cinque anni firmato, ieri le visite mediche ed oggi l'annuncio. Esterno a tutto campo, per lui la Lazio ha investito 6,5 milioni più bonus. E arriva dall'Oostende, stesso club dal quale lo scorso anno anno arrivò Jordan Lukakyu. Un classe '92 che, nonostante l'età ancora giovane, ha maturato già una buona esperienza tra il campionato belga e la sua nazionale del Montenegro. Questo il comunicato con cui la società biancoceleste ha annunciato il nuovo acquisto: "La S.S. Lazio comunica l'acquisto a titolo definitivo del calciatore Adam Marusic dall’Oostende. L'atleta ha sottoscritto un contratto di 5 anni".

 

Esterno versatile e continuo

"La Lazio è un top club, spero di giocare tante partite": si è presentato con queste parole Marusic a Fiumicino. I tifosi, ora, attendono di conoscerlo in campo. Ruolo? Esterno tutta fascia. Anzi, tutte fasce. Perchè Marusic gioca sia a destra che a sinistra, sia avanti che indietro. In Nazionale fa il terzino, all'Oostende spesso e volentieri l'ala. Risultato? Sembra essere perfetto per il 3-5-2 di Simone Inzaghi. Veloce e forte di testa, garantisce quantità ma anche qualità in fase offensiva. Un jolly per i biancocelesti, il sito della Lazio lo ha presentato con queste parole: "Versatilità tattica e dinamismo. Esterno a tutta fascia. Adam Marusic, non un semplice terzino". Frase che rende benissimo l'idea, perchè Marusic agisce (e bene!) in entrambe le fasi. Titolare inamovibile della nazionale Montenegrina, nato e cresciuto calcisticamente in Serbia. Ha iniziato nel Partizan per poi trasferirsi al Teleoptic e, successivamente, al Voždovac. Poi l'esperienza in Belgio, prima Kortrijk e poi Oostende. Rendimento costante, 114 partite e 16 reti nelle ultime tre stagioni in Jupiler League. Ora l'Italia, per fare ancora un altro salto di qualità.

I più letti