Calciomercato Inter, Colidio e una vita votata al calcio

CalcioMercato

Alla scoperta dell'ultimo giovanissimo talento acquistato dai nerazzurri. Dagli inizi come portiere all'infanzia, diviso tra due squadre. Quindi il Boca e le selezioni giovanili dell'Argentina: ecco chi è Facundo Colidio

Un altro attaccante, giovanissimo. E’ un Inter che guarda al futuro, acquistando e facendo crescere i migliori prospetti della prossima generazione. Le operazioni per Pellegri e Salcedo, quindi gli arrivi di Zaniolo e Odgaard: tutti affari che tra qualche anno potrebbero produrre i dividendi sperati, per i nerazzurri. Un potenziale patrimonio, dal punto di vista tecnico ed economico. Una strategia che il club ha deciso di seguire e portare avanti, in cui crede fermamente. L’ultimo colpo di questo tipo risponde al nome di Facundo Colidio. Argentino classe 2000, direttamente dal vivaio del Boca Juniors: un nome noto per gli scout delle grandi società europee. Tra cui la Juventus, che è stata beffata dal blitz dell’Inter per il calciatore.

Le radici di Colidio

Alto e slanciato, Colidio è un destro naturale ed è dotato di un buon calcio. Una qualità che lo porta a concludere agevolmente anche lontano dalla porta o su calcio di punizione. Sa muoversi bene sul filo del fuorigioco ed è incontenibile nelle accelerazioni, al punto da sembrare già pronto per un’esperienza in prima squadra. Si è distinto nella scorsa Coppa America Under 17, giocata tra febbraio e marzo, in cui è stato uno dei migliori di un’Argentina letteralmente disastrosa; nella competizione, è stato autore di una bella doppietta al Perù. Eppure i suoi primi calci li ha dati nel ruolo di portiere, perché voleva imitare suo fratello. La sua vita è stata da sempre votata a questo sport, in cui Facundo ha sempre visto la soluzione ad ogni problema della vita. Il suo talento era ben visibile fin da piccolo, al punto che all’età di 10 anni si è trovato a giocare con due squadre: l’Atletico de Rafaela (la sua città natale) e il Boca Juniors, con cui poi ha proseguito il proprio percorso professionale. Che adesso lo ha condotto fino all’Inter, in una nuova esperienza che potrebbe segnare la svolta decisiva per la sua carriera di calciatore.

I più letti