Milan, Donnarumma: "Non ho mai pensato di andare via"

Calciomercato
Il momento della stretta di mano, dopo il saluto ai tifosi in diretta Facebook (foto da Instagram @acMilan)

I fratelli Donnarumma hanno parlato ai tifosi in diretta Facebook. "Non era mia intenzione tradire i tifosi, sono orgoglioso di essere al Milan", ha spiegato Gigio. "Mi impegnerò al massimo", ha promesso Antonio. Poi la promessa di Gigio: "Il prossimo anno mi diplomerò"

TUTTE LE NOTIZIE DI MERCATO DI OGGI

Passata la paura, terminata la telenovela dell'estate, è arrivato il momento delle firme. Quelle di Gianluigi e Antonio Donnarumma sui contratti che legano entrambi i fratelli al Milan. Gigio nel ruolo di primo portiere, Antonio (proveniente dall'Asteras Tripolis) di sostituto insieme a Marco Storari. Gigio ha rinnovato il suo contratto per altre quattro stagioni a sei milioni all'anno, mentre Antonio guadagnerà un milione di euro. Entrambi hanno salutato i tifosi durante una diretta Facebook sull'account ufficiale del club. L'introduzione di Fassone ha spiegato le motivazioni della scelta di Gigio di rinnovare, e si è soffermato anche sui dubbi e sulle incertezze: "E' comprensibile che a 18 anni sia complicato fare delle scelte, di avere dubbi rispetto a proposte molto importanti per la vita - ha spiegato - Noi siamo orgogliosi che tu abbia scelto il Milan."

Gigio: "Orgoglioso di essere al Milan"

Poi, come di consueto, Fassone è "passato alle cose formali" e la parola è andata a Gigio che ha spiegato: "Sono contentissimo e orgoglioso di essere al Milan, sono nato e cresciuto qui. Non ho mai avuto dubbi. Mi spiace per i tifosi che si sono sentiti traditi. Non era questa la mia volontà. Anzi li ringrazio di avermi sempre sostenuto e sono orgoglioso di essere qui al Milan". Sulla polemica dell'esame non dato: "Ringrazio il Ministro dell'Istruzione per la lettera che mi ha scritto, il prossimo anno mi diplomerò, non è stato un periodo facile e non me la sentivo".



Mirabelli e la scelta "tecnica" di Antonio

La presentazione tecnica di Antonio, invece, è toccata a Mirabelli: "Avevo già questa idea su Antonio, perché lo conosco molto bene - ha spiegato - C'è stata una valutazione tecnica oltre al discorso romantico di avere due fratelli che giocano in serie A nel Milan. Antonio può fare il 12° del Milan, è tecnicamente pronto. Non è un pacco postale come qualcuno ha detto. In primis l'allenatore mi ha supportato nel discorso tecnico, quando l'ho proposto alla società, questa cosa ha riscosso il successo di tutti. Gigio era la nostra priorità, Gigio voleva il Milan, lo abbiamo avuto alle nostre condizioni".

#weareateam

Un post condiviso da AC Milan (@acmilan) in data:

 

Le parole di Antonio e il "battesimo" di Mirabelli

Poche ma sentite le parole di Antonio: "Sono davvero felice di essere qua con mio fratello, è una cosa bellissima ritornare a Milanello visto che già ci sono stato - ha detto - Potrò stare in camera con Gigio e passare con lui i ritiri. Farò di tutto per meritarmi questo posto, mi impegnerò al massimo". Poi finalmente la firma del contratto per Antonio (Gigio ha firmato ieri), le foto di rito e un siparietto simpatico con Mirabelli che ha "battezzato" i due, in maniera più energica Gigio con un paio di ceffoni sul collo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche