Donnarumma-Milan, difficile la cessione a gennaio. Più serenità tra società e Raiola

Calciomercato

Si inseguono gli aggiornamenti sul caso Donnarumma. Il rapporto tra lo staff del portiere e la società sembra essersi rasserenato. Le parti sarebbero d'accordo per risolvere la questione più avanti, sembra quindi difficile la cessione nel mercato invernale

MILAN-DONNARUMMA: ECCO COSA STA SUCCEDENDO

I tifosi del Milan possono tirare un sospiro di sollievo. Dalle ultime informazioni sul caso Donnarumma, il rapporto tra il portiere e il Milan non sarebbe incrinato come riportato da alcune fonti. Gianluca Di Marzio è intervenuto a Sky Sport 24 e ha dichiarato: “Negli ultimi giorni il rapporto si è molto rasserenato. Negli incontri che ci sono stati tra Raiola e il Milan le due parti si sono trovate d’accordo nel valutare il futuro del giocatore insieme. In questo momento non ci sono guerre o problemi, come quelli che erano stati riportati per la clausola di rescissione. Quella è una questione risolta a settembre. Se il Milan dovesse scegliere di venderlo, sarà Raiola a cercare l’offerta giusta. Se il Milan invece dovesse ritenere che il giocatore deve fare parte ancora del Milan, non ci sarà da parte di Donnarumma o di Raiola questa voglia di andare via a tutti i costi. Il portiere sta bene ed è contento di stare dove è. Altrimenti sarebbe andato via in estate accettando l’offerta faraonica del Psg”.

Clima dunque più tranquillo. Cosa aspettarsi dunque? Gianluca Di Marzio ha proseguito analizzando la volontà delle parti: "Non vedo voglia di divorziare a gennaio. Il valore di Donnarumma è sicuramente più basso, visto come sta andando il Milan. Quanto si può offrire per lui? Sicuramente un prezzo più basso di quello estivo, sarebbe un prezzo che non rispecchia il suo valore in prospettiva. A chi conviene venderlo in inverno? A giugno si vedrà come ha finito il campionato il Milan, si vedranno le esigenze di bilancio del Milan, le decisioni dell’Uefa. In caso dovesse esserci bisogno di venderlo, si vedranno le offerte e credo le parti troveranno un accordo in cui se Raiola troverà un’offerta di una certa cifra allora il Milan lo lascerà andare".

Il commento del Milan: "Gigio è patrimonio del club"

Intanto la società rossonera è intervenuta con un commento alle prime pagine dei giornali. Il Milan ha scritto: "Gigio è un patrimonio del Club, sia sportivo (è reduce da ottime parate contro Torino e Bologna) che economico. Tutto questo è valorizzato da un contratto fino al 2021 e rafforzato da un dialogo sempre aperto e positivo fra il giocatore e il suo allenatore, fra il giocatore e il direttore sportivo rossonero Mirabelli. Stabilito questo come ha già avuto modo di affermare proprio Rino Gattuso ieri, il Milan è concentrato adesso solo sul campo. È lì che la squadra rossonera deve continuare a lavorare per tornare grande. Non è questo il tempo del mercato, ma solo ed esclusivamente del campo".

CALCIOMERCATO: SCELTI PER TE