Inter, Mazinho: "Rafinha è felice in nerazzurro, ma dipende tutto dal club"

CalcioMercato

Il padre del calciatore, tra le figure che ne cura gli interessi, ha parlato così del centrocampista brasiliano: “Si trova bene a Milano, è cresciuto molto e ormai ha recuperato del tutto dai suoi infortuni”

Dalla semifinale tra Real Madrid e Bayern Monaco alle prospettive future dell’Inter: Mazinho segue i suoi due figli, entrambi calciatori. Thiago Alcantara ieri era in campo nel pareggio del Bernabeu e il padre, ex calciatore di Lecce e Fiorentina tra le altre, ha commentato così la gara a Esports Cope: “È stata una partita degna di una semifinale. Gare così vengono decise dai dettagli e il Bayern ha commesso quegli errori che poi sono risultati fatali. Il Real in queste situazioni è letale. Thiago è un giocatore completo, può giocare in qualsiasi posizione. Il tocco di mano di Marcelo è stato netto, però il Bayern non può restare a parlare dell'arbitro”. Mazinho ha parlato anche della situazione di Rafinha: “È molto felice all'Inter, sta lavorando bene e conquistando spazio nel calcio italiano. Siamo molto contenti di questa scelta, Rafa è cresciuto molto e sta recuperando completamente, giocando anche tutti i 90 minuti. Riscatto? Abbiamo un contratto col Barcellona e se le cose vanno bene dipenderà dall'Inter se rimarrà o meno, se il club riuscirà a centrare la Champions e se sarà contento del giocatore”.

Rafinha: "Mi sento a casa"

Rafael Alcantara, fratello minore di Thiago, è stato ospite di Drive Inter, trasmissione che va in onda sul canale tematico della società nerazzurra, ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Il calcio italiano è molto tattico, mio padre mi ha consigliato di adattarmi in fretta e mi ha dato altri suggerimenti. Ho conosciuto Icardi quando avevo 15 anni ed eravamo nella cantera del Barcellona e ci siamo divertiti molto. Ora lotteremo insieme per arrivare in Champions League. Ho un rapporto particolare con lui e ho fatto amicizia con gli altri sudamericani”. Al suo arrivo, il centrocampista è stato travolto dal calore dei milanesi: “L'affetto dei tifosi mi ha colpito particolarmente, mi hanno fatto sentire a casa. Devo ammettere che il calcio si vive in un modo particolare, mi ricorda il Brasile in questo. Con Spalletti mi trovo bene, è una persona diretta e mi piacciono i tipi così”.

I più letti