SPAL, Semplici: "Ho un contratto, parlerò col club"

Calciomercato

"In settimana ci troveremo per confrontarci - ha detto l’allenatore - credo che ci siano i presupposti per andare avanti insieme alla SPAL. Il fatto di essere accostato a delle panchine importanti fa sicuramente piacere. La Fiorentina? Ha già un allenatore molto bravo"

SERIE A, PANCHINE ROVENTI: IL MERCATO DEGLI ALLENATORI

Un futuro ancora da chiarire, una stagione da programmare dopo la bella salvezza ottenuta e festeggiata nell’ultima giornata di campionato. La SPAL di Leonardo Semplici attende di ricominciare la prossima stagione ancora in Serie A, oggi a margine del Memorial Galli proprio l’allenatore che ha condotto la squadra alla permanenza in Serie A ha parlato così del futuro e di numerosi altri argomenti: "Sono felice di essere presente qui, vicino a Giovanni e alla sua famiglia. Sono contento poi di ricevere questo riconoscimento. Salvezza? Abbiamo fatto un percorso bello e impensabile all'inizio, sia per il budget che per i tempi. Festeggiamo la salvezza e ne siamo felicissimi. Ai calciatori va il merito maggiore di questo importante traguardo. Per quanto riguarda il futuro ho un contratto anche per l'anno prossimo e in settimana ci troveremo per confrontarci. Credo che ci siano i presupposti per andare avanti insieme alla SPAL. Il fatto di essere accostato a delle panchine importanti fa sicuramente piacere. La Fiorentina? Ha già un allenatore molto bravo ed esperto, che ha fatto un campionato straordinario. Da tifoso viola auguro a Pioli di continuare questo binomio importante col club gigliato. Per quanto riguarda il mio futuro vedremo".

Su Fiorentina, Sarri e seconde squadre

E ancora: "Alla stagione della squadra dei viola darei un 7 a livello sportivo e un 9 a livello morale. La disgrazia Astori ha unito la squadra, ma non era scontata questa reazione. I giocatori viola meritano la massima stima, hanno fatto qualcosa di straordinario. Lazzari, Grassi e Viviani giocatori da Fiorentina? Penso che siano pronti. Hanno avuto tutti e tre una crescita importante. Sono tutti prospetti che possono andare ancora a migliorare”. Infine, una battuta anche sul collega Sarri, che le voci di mercato vedono vicino alla panchina del Chelsea: “Lo considero un grande allenatore. Ha dimostrato sul campo, con la sua gavetta, di avere grande conoscenza e grandi valori. Il suo Napoli ha giocato benissimo. Se andasse al Chelsea perderemmo un ottimo allenatore in Italia, ma allo stesso tempo è giusto che arrivi in una panchina così importante”. E ancora, sulle seconde squadre: “Secondo me potranno portare dei benefici. Il campionato Primavera purtroppo era un po' decaduto. Quest'anno è migliorato, ma la squadra B può far crescere ulteriormente i tuoi calciatori, consentendo loro una maturazione migliore anche in ottica prima squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche