Da baby fenomeno agli spot con Neymar: l'ex Milan Mastour è ufficiale al Pas Lamia in Grecia

Calciomercato

Era considerato uno dei talenti più puri del nostro calcio: il contratto con il Milan da giovanissimo, gli sponsor milionari, gli spot con Neymar. Adesso lo svincolato Mastour riparte dal Lamia, società greca

MILAN, I NOMI DELLA LISTA EUROPA LEAGUE

La carriera di Hachim Mastour riparte dalla Grecia. Il calciatore classe 1998, attualmente svincolato e dunque libero sul mercato a parametro zero, è ufficiale al Pas Lamia, club che milita nella Super League greca (l'equivalente della nostra Serie A). Lontana dagli annunci scintillanti di un tempo, lontana da quel Milan che ha sperato fino all'ultimo di riuscire a far sbocciare il suo talento, lontana da contratti milionari e spot da star. Ma, chissà, forse quella giusta per provare una volta per tutta a dare definitivamente la svolta a una carriera quasi buttati via, nonostante i soli 20 anni d'età.

Mastour-story

L'ultimo a provare a non fargli sprecare il suo talento fu Rino Gattuso nel finale della scorsa stagione: "Gli ho parlato spesso in queste settimane. L'ho minacciato perchè è diventato più famoso a fare i video che a giocare a calcio. Adesso però ne fa meno. Gli ho detto che altrimenti gli buttavo giù i denti. Si allena bene, deve fare tesoro degli errori fatti in passato: è un peccato, perché il ragazzo hai dei colpi", ma nemmeno la 'minaccia' dell'allenatore del Milan bastò a scuotere Hachim Mastour. Un nome ormai famoso da tanti anni, nonostante la carta d'identità del ragazzo faccia segnare 1998 alla voce anno di nascita e nel suo curriculum da calciatore ci siano zero presenze in Serie A. Perché questo trequartista marocchino arrivò al Milan nel 2012 appena 14enne con l'etichetta appiccicata addosso di predestinato: la società rossonera paghò cifre importanti per strapparlo alla Reggiana, anticipando la concorrenza dei principali top club europei, Barcellona e Real Madrid in testa. Talento puro Mastour, uno su cui scommettere senza nemmeno pensarci un attimo: numeri da giocoliere, gol, luci dei riflettori subito accese su di lui, contratti milionari da alcuni degli sponsor più importanti del pianeta, e una sfida (pubblicitaria) di Freestyle football niente di meno che con Neymar. Senza dimenticare gli elogi pubblici e gli attestati di stima, a più riprese, arrivati nei suoi confronti direttamente da Silvio Berlusconi, all'epoca presidente del club rossonero.

La 'sfida con Neymar', poi la parabola discendente

Era il 2014 quando il ragazzo era uno dei testimonial più ambiti dagli sponsor tanto da andare in scena accanto a Neymar, ma da allora la carriera di Hachim Mastour è completamente cambiata. Nonostante il contratto con il Milan e qualche esperienza in Liga con la maglia del Malaga (solo 5 minuti in campo) e nel campionato olandese nello Zwolle (inizialmente in Prima squadra, poi nella formazione Under 21), il ragazzo è ormai lontanissimo dalle luce della ribalta, sia dentro che (di conseguenza) fuori dal campo. Nel finale della scorsa stagione – anche dopo le urla di Gattuso – qualche timido segnale di ripresa: Mastour viene mandato in campo con la Primavera in campionato, poi gioca titolare la finale d'andata di Coppa Italia Primavera (persa dal Milan per 2-0) contro il Torino, ma dopo 55 minuti viene richiamato in panchina e la sua avventura in maglia rossonera finisce praticamente in quell'istante. Perché, dallo scorso 1 luglio, Hachim Mastour non è più un giocatore del Milan: risoluzione contrattuale e un'estate intera senza squadra ad aspettare la giusta occasione. Che adesso finalmente potrebbe essere arrivata.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche