Calciomercato Serie A, rivoluzione prestiti? La situazione e l'effetto sulle nostre 20 squadre

Calciomercato

Edoardo Marcarini

Dopo la rivelazione della Bild, secondo cui verrà modificato il regolamento per ridurre a 8 il numero massimo di cessioni in prestito per ogni club, abbiamo provato a vedere la situazione delle 20 squadre di Serie A. Appena due le potenziali "promosse", con ben diciotto rimandate

FIFA, RIVOLUZIONE PRESTITI?

Siamo nel campo delle ipotesi. Premessa dovuta, visto che non si tratta di una riflessione che segue un comunicato o un'ufficialità. Ma la strada sembra tracciata, dopo l'anticipazione fornita dalla Bild: il numero di cessioni in prestito potrebbe venire circoscritto dalla FIFA a otto operazioni per squadra. Un modo chiaro per arginare un problema ricorrente nel calcio moderno: i prestiti gratuiti volti a non intaccare le finanze da un punto salariale, con lo scopo di alzare (anche solo sensibilmente) il valore di un cartellino, per sperare poi di venderlo a titolo definitivo nelle sessioni di mercato successive, creando così guadagni sia sportivi che economici.

Che ruolo assumerebbe una cessione in prestito?

È la domanda che in tanti si sono posti quando si è saputo che la FIFA aveva intenzione di restringere il numero di cessioni "a titolo temporaneo". L'obiettivo potrebbe essere quello di far assumere un valore potenzialmente vitale all'operazione in prestito: avendo un numero di slot massimo da riempire per un club che vende, chi acquista (senza restrizioni) giocatori per appena una stagione, deve dare garanzie importanti sia a livello economico che sportivo. Il prestito diventa così un'operazione che può diventare utilissima a chi può offrire spazio in una prima squadra ai giovani calciatori, dovendo però sborsare del denaro per riuscire nei propri intenti. Addio operazioni a titolo gratuito e temporaneo quindi? È una possibilità, con otto come cifra individuata per circoscrivere il numero di prestiti.

La situazione delle 20 squadre di Serie A

Ma quante squadre di Serie A sarebbero (dopo la fine del calciomercato estivo 2018) in regola con la possibile novità della FIFA? Poche, pochissime: appena due, Frosinone e Milan. Incredibile il dato dell'Atalanta, con diverse squadre che sono oltre i venti calciatori ceduti in prestito. Ecco la situazione delle venti squadre del nostro campionato. (Fonte transfermarkt).

Atalanta: 41

Bologna: 15

Cagliari: 11

Chievo: 20

Empoli: 14

Fiorentina: 13

Frosinone: 2

Genoa: 26

Inter: 24

Juventus: 23

Lazio: 9

Milan: 7

Napoli: 17

Parma: 24

Roma: 16

Sampdoria: 16

Sassuolo: 24

Spal: 11

Torino: 21

Udinese: 17

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche