Caro Babbo Natale: obiettivi di calciomercato sotto l'albero del Milan

Calciomercato
Fabregas, Chelsea (Getty)

Dall'attaccante esterno all'ipotesi di lavoro legata allo scambio Higuain-Morata, fino alla ricerca dei rinforzi a centrocampo: gli obiettivi di calciomercato sotto l'albero del Milan

SCAMBIO HIGUAIN-MORATA: PERCHÉ SÌ E PERCHÉ NO

TUTTE LE NEWS DI CALCIOMERCATO

FROSINONE-MILAN LIVE

La corsa al quarto posto, obiettivo dichiarato della società, che passa anche attraverso il calciomercato. I tanti infortuni di questa prima parte di stagione hanno decimato la rosa a disposizione di Gattuso, costretto a dover rinunciare ancora per diverso tempo ad alcuni giocatori importanti come Biglia e Caldara, senza dimenticare Bonaventura che rientrerà ormai all'inizio del prossimo campionato. La volontà della proprietà del Milan di rinforzare la squadra a gennaio dovrà obbligatoriamente tenere in considerazione i paletti imposti dall'UEFA per le violazioni del Financial Fair Play nel triennio 2014-2017, ma come ammesso a più riprese da Leonardo e Maldini i rossoneri si muoveranno alla ricerca (almeno) di un centrocampista e di un attaccante. Ma cosa chiederà il Milan sotto l'albero nella sua speciale lettera a Babbo Natale? Gli obiettivi del mercato rossonero.

Scambio Higuain-Morata? I movimenti rossoneri in attacco

Centrocampista e attaccante: sono questi i due ruoli in cui il Milan lavora per gennaio. Sfumato definitivamente il ritorno di Zlatan Ibrahimovic che proseguirà la sua avventura in MLS con i Los Angeles Galaxy, i rossoneri stanno valutando il profilo giusto da inserire in rosa. Molto dipenderà dal ruolo che verrà adottato nella seconda parte di stagione: se si tornerà, come sembra, al 4-3-3 allora i rossoneri con ogni probabilità acquisteranno un attaccante esterno, altrimenti arriverà un attaccante in grado di alternarsi a Cutrone e Higuain. Capitolo a parte merita proprio il Pipita. L'argentino è da tempo un pallino di Maurizio Sarri che lo ha già allenato con risultati strepitosi al Napoli: feeling invece mai del tutto nato tra l'allenatore del Chelsea e Alvaro Morata, in passato obiettivo del Milan. Ecco allora l'idea che arriva proprio dall'allenatore della squadra inglese: scambiare Morata con Higuain. Intermediari al lavoro per cercare di capire la fattibilità dell'operazione: ipotesi di lavoro in cui si inserirebbe anche la Juventus (che dovrebbe dare l'ok all'eventuale affare), in quanto il cartellino di Higuain è ancora di proprietà del bianconeri, visto che il Milan ha chiuso la scorsa estate il trasferimento del Pipita con la formula del prestito oneroso (18 milioni) con diritto di riscatto (36 milioni).

Dopo Paquetá, priorità centrocampo: l'obiettivo è Fabregas

Dopo aver già chiuso per l'acquisto di Lucas Paquetá, talento brasiliano classe 1997 che potrebbe rivelarsi un importante jolly tra centrocampo e attacco (resta da capire in che posizione si deciderà almeno inizialmente di schierarlo, ma nelle idee di Gattuso dovrebbe essere il sostituto di Bonaventura come mezz'ala sinistra), la priorità del mercato invernale del Milan è quella di rinforzare il reparto centrale con almeno un altro innesto. Tanti i profili valutati dai rossoneri, compresi anche quelli di Denis Suarez del Barcellona, di Stefano Sensi del Sassuolo e di Remo Freuler dell'Atalanta, ma al momento il nome in cima alla lista delle preferenze di Leonardo è quello di Cesc Fabregas: lo spagnolo classe 1987 è in scadenza di contratto a giugno 2019 con il Chelsea, dove al momento sta trovando poco spazio. La società inglese per lasciarlo partire chiede un importante indennizzo (tra gli 8 e i 10 milioni di euro), con il Milan che – tenendo un occhio sempre vigilie ai conti – sta valutando tutti i pro e i contro dell'eventuale investimento.

Difesa: attenzione alle occasioni

Rientrati in anticipo dai rispettivi infortuni rispetto alla diagnosi iniziale sia Musacchio che Romagnoli, Gattuso dovrà fare i conti ancora per qualche mese con la pesante assenza di Caldara. La 'scoperta' di Ignazio Abate come difensore centrale, le buone prestazioni di Zapata e il recupero totale di Conti sono sicuramente degli aspetti positivi per i rossoneri, che per il reparto difensivo monitoreranno le eventuali occasioni che fornirà il mercato. Nessun innesto da massima urgenza, ma se ci saranno le giuste condizioni (tecniche ed economiche) il Milan potrebbe pensare anche di inserire in rosa un nuovo difensore.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche