Dzemaili allo Shenzhen: va in Cina nonostante il Coronavirus

Calciomercato
©LaPresse

È ufficiale il passaggio dello svizzero dal Bologna allo Shenzen, squadra in cui ritrova Donadoni in panchina. Il centrocampista si trasferisce in Cina nonostante l'epidemia del Coronavirus, che ha costretto la federazione cinese a rinviare l’inizio del campionato a data da destinarsi

Si conclude dopo tre anni e mezzo il rapporto tra il Bologna e Blerim Dzemaili. Il centrocampista classe 1986 è stato ceduto allo Shenzhen, squadra guidata da Roberto Donadoni che milita nella prima divisione cinese. La presenza di Donadoni in panchina ha giocato sicuramente un ruolo importante nella scelta di Dzemaili, avendo già lavorato insieme a Bologna tra il 2016 e il 2018. Lo svizzero si trasferisce così in Cina, nonostante l'epidemia del Coronavirus, dichiarata emergenza sanitaria internazionale dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. L'epidemia ha convinto le autorità sportive a rinviare sia la Supercoppa cinese sia l’inizio del campionato, previsto originariamente per il 22 febbraio.

La carriera di Dzemaili

"Il Bologna Fc 1909 comunica di avere ceduto a tiolo definitivo allo Shenzen F.C. il diritto alle prestazioni sportive del centrocampista Blerim Dzemaili", scrive il Bologna sul proprio sito ufficiale. Dzemaili ha vestito tante maglie nel campionato italiano: Torino, Parma, Napoli, Genoa e Bologna. Ha giocato in Svizzera, suo Paese d'origine, con lo Zurigo. Quindi un'avventura in Inghilterra al Bolton e in MLS con il Montreal Impact. Ora è pronto ad una nuova esperienza in Cina insieme a Donadoni.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche