Barcellona, Bartomeu: "Arthur ci ha mancato di rispetto, avevamo un accordo"

Calciomercato
©Ansa

Il presidente del Barça contro il brasiliano, che ha deciso di non rientrare per la Champions: "Nessuno gli ha dato un permesso, ha mancato di rispetto alla squadra e alla società con un atto incomprensibile. Avvieremo un procedimento contro di lui"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

La decisione di Arthur di non rientrare a Barcellona per essere a disposizione della squadra in vista della Champions League ha molto infastidito i vertici del club catalano. Josep Bartomeu si è espresso molto duramente nei confronti del giocatore, in un’intervista rilasciata a Sport: "Ha mancato di rispetto ai suoi compagni di squadra, che ci tenevano a far bene in Champions, e anche verso il club. Non è logico che giocando per un obiettivo così importante, un calciatore decida di escludersi. È ingiustificabile e incomprensibile. Avevamo raggiunto un accordo: fino alla fine di Liga e Champions avrebbe continuato a giocare per il Barcellona". Il presidente ha chiarito anche lo sviluppo della trattativa con la Juve: “Non potevamo rinnovargli il contratto alle cifre che voleva, così ci ha deciso di andarsene”.

Procedimento disciplinare

vedi anche

Caso Arthur: non torna al Barça e resta in Brasile

"Ha una certa importanza per la squadra e potrebbe aiutarci, ma non è rientrato dalla mini-vacanza. È un atto inaccettabile di indisciplina. Per questo abbiamo avviato un procedimento, perché non ci sono argomenti che giustifichino la sua assenza. Ha chiamato e ha detto: 'Non torno, rimarrò in Brasile'. È una sua decisione, nessuno gli ha dato il permesso" ha proseguito Bartomeu.

Setien confermato

vedi anche

Barça da trasferta: ecco la maglia 20-21. FOTO

A dispetto dei tanti rumors circolati su un possibile esonero di Quique Setien, Bartomeu ne ha annunciato la riconferma anche per la prossima stagione: "Ha un contratto e non abbiamo mai pensato di cambiare. Misurare un allenatore per pochi mesi e con una pandemia in mezzo è molto complicato. La squadra ha avuto poco tempo per conoscerlo e lavorare".

CALCIOMERCATO: SCELTI PER TE