Vidal-Inter, Conte pronto a ritrovare il cileno nel calciomercato 2020

Calciomercato

Silvia Vallini

Si sono conosciuti nel 2011, si sono migliorati a vicenda e ora si preparano a riabbracciarsi dopo 9 anni dall'esperienza alla Juventus. Arturo Vidal si avvicina all'Inter: il cileno è stato chiesto espressamente da Antonio Conte, che nel 2012 disse: "Se devo andare in guerra, Arturo me lo porto sempre". Per il suo arrivo in nerazzurro è questione di ore, anche se non c'è ancora una data fissata per il suo sbarco a Milano

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

Finalmente, di nuovo, insieme. Voluto al punto che, come nel caso di Lukaku, un anno dopo Conte si è impegnato in prima persona per avere Vidal. Le telefonate per convincerlo, per ricordargli che lo stima al punto che Nel 2012 Conte parlò così di lui: "Se devo andare in guerra, Arturo me lo porto sempre con me". E se deve andare incontro a una stagione di livello, facendo fare all’Inter un ulteriore passo avanti nel processo di crescita, con meno sbalzi e più personalità, è lì che vuole Arturo Vidal. Si sono conosciuti 9 anni fa e migliorati a vicenda: il cileno grazie a lui è migliorato in tutto, è diventato Vidal. Conte ha lavorato molto su di lui e in cambio ha ottenuto il massimo. Per esaltare le caratteristiche del cileno, che imparò presto ad apprezzare, fin dall’esordio con gol contro il Parma l’11 settembre 2011, modificò anche il sistema di gioco passando progressivamente dal 4-2-4 al 4-3-3 e poi al 3-5-2, per proteggere Pirlo – fulcro del gioco – aprire gli spazi agli inserimenti di Marchisio e dello stesso Vidal, che segnò 10 gol al secondo anno alla Juve, 11 al terzo e che non a caso ha definito Conte un mostro dal punto di vista tattico, il numero uno. Lo stesso tipo di supporto all’attacco è ciò che potrebbe tornare prezioso all’Inter e sarebbe servito anche in partite come quella contro il Siviglia. Senza dimenticare il lavoro in copertura, che Vidal garantisce. Sempre con Conte, a marzo 2012 contro il Genoa giocò addirittura da difensore centrale. Ecco, uno pronto a tutto. È così che Conte volle i suoi per cambiare mentalità al gruppo nella stagione del primo scudetto a Torino ed è così che li vuole ora, proprio per insidiare il dominio della Juventus. Stima reciproca che resiste a qualche bizza del cileno, ai suoi 33 anni di età, a tentazioni che avrebbero potuto portarlo altrove, magari proprio alla Juve. Tra Germania e Spagna ha conquistato 3 Meisterschale oltre ad altri trofei con il Bayern da titolare, la Liga con il Barcellona. Come Conte disse nel 2012, Vidal è uno che costa poco e ha un rendimento da top player, da vincente. E ora finalmente può dimostrarlo anche all’Inter.

Vidal-Inter: intesa vicina 

Per Arturo Vidal in nerazzurro è questione di ore, anche se al momento non risulta che il suo arrivo sia previsto lunedì 14 settembre. Si lavora sempre per trovare la quadratura definitiva verso l’intesa dopo gli ultimi passi avanti, coi nerazzurri disposti a inserire alcuni bonus sotto forma di indennizzo al Barça per liberare il cileno.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche