Chi è Aleksander Buksa, il primo colpo di calciomercato del Genoa. Le news

Calciomercato
Twitter @Wisła Kraków

Attaccante polacco classe 2003, arriva in Italia dopo l'esperienza con il Wisla Cracovia: è il marcatore più giovane nella storia del club. Suo fratello maggiore Adam, anche lui attaccante, è stato vicino alla Serie A in passato. Prosegue il feeling tra il Genoa e la Polonia: Krzysztof Piatek l'esempio più limpido, Robert Lewandowski nel 2010 il rimpianto

I PIU' PREZIOSI DELLA SERIE A PER TRANSFERMARKT

Primo colpo della stagione 2021/22 per il Genoa. Il club ligure ha infatti definito l'arrivo di Aleksander Buksa. Attaccante polacco nato il 15 gennaio 2003, Buksa ha giocato nella scorsa stagione nel Wisła Cracovia e ha concluso l'annata sportiva con 3 reti e 2 assist su 21 partite giocate tra campionato, coppa nazionale e Youth League. In scadenza di contratto con il club, Buksa era seguito anche dal Borussia Dortmund e dall'Udinese in Italia. Quella del Genoa è stata un'operazione lampo: l'attaccante ha svolto le visite mediche in gran segreto e firmato il suo contratto.

Suo fratello Adam è stato vicino alla A

approfondimento

Giroud rinnova: chi invece sarà libero a giugno

Fratello minore di Adam, attaccante classe 1996 che oggi gioca negli States con i New England Revolution, Aleksander Buksa è stato inserito dal Guardian nel 2020 nella lista dei migliori sessanta talenti nati nel 2003. Centravanti forte sui palloni alti e dotato di una buona tecnica, piede sinistro, è cresciuto nel settore giovanile del Wisła Cracovia. Con la maglia del Wisla ha esordito in prima squadra a poco più di 16 anni il 22 aprile 2019, nella partita di Ekstraklasa persa per 3-2 contro il Wisła Płock. La prima rete in carriera è arrivata il 23 agosto 2019 nella sconfitta per 3-2 contro il Jagiellonia. Grazie a quel gol, segnato a 13 minuti dal suo ingresso in campo, Buksa è diventato a 16 anni e 220 giorni il più giovane marcatore della storia del club, nonché il secondo della storia del campionato polacco alle spalle di Włodzimierz Lubanski. Curiosità: l'Italia era nel destino della famiglia Buksa. Anche suo fratello Adam, infatti, era stato cercato in passato da Udinese, Genoa e Parma.

Il Genoa e la Polonia: da Piatek a Lewandowski

leggi anche

Lewandowski nel 2010 era del Genoa, ma poi...

Centravanti che sente la porta, Aleksander Buksa ha vissuto la trafila nelle nazionali giovanili della Polonia, esordendo con l'Under 19 a settembre del 2020. In patria lo descrivono come un attaccante dalla spiccata personalità, che dimostra grande maturità in campo e si esalta in un tridente. Ora il Genoa di Preziosi proverà a ripetere con lui il fortunato percorso vissuto dal suo connazionale Krzysztof Piatek, acquistato dal KS Cracovia nell'estate 2018 a 23 anni e ceduto a gennaio del 2019 (dopo 19 gol in 21 presenze tra Serie A e Coppa Italia) per 35 milioni di euro più bonus al Milan. Quello con la Polonia e gli attaccanti è un rapporto che va oltre Piatek: nel 2010 infatti il presidente del Genoa aveva convinto ad allenarsi con il club Robert Lewandowski, oggi uno dei centravanti più forti al mondo, con tanto di visite mediche. Il centravanti assistette pure al derby della Lanterna, ma qualcosa andò storto e tornò al Lech Poznan.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche