Faivre e la voglia di Milan: "Mi preparo per meritarmi i rossoneri"

le parole

Il talento del Brest, vicino ai rossoneri la scorsa estate, alla Gazzetta dello Sport: "Quando ti chiama Maldini hai voglia di far tutto per andare al Milan. Per imporsi in squadre così bisogna preparasi in anticipo e io sono al lavoro. Ibra è incredibile, mi riconosco nel gioco di Pioli"

"Che spettacolo il derby, avevo voglia di esserci pure io in campo". Con quella maglia rossonera tanto desiderata ma solo sfiorata la scorsa estate. "Quando ti chiama Maldini, una leggenda, ti senti valorizzato e hai voglia di far di tutto per andare al Milan". Romain Faivre non nasconde la sua voglia di Milan  lo fa in un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport. Il 23enne trequartista del Brest continua a pensare 'rossonero' anche in vista del mercato di gennaio: "Sono convinto che per imporsi in squadre come il Milan bisogna prepararsi in anticipo. Così ho un preparatore atletico personale tre volte a settimana, un nutrizionista per mangiare sano, ma non cucino io...Infine un preparatore mentale per imparare a gestire meglio emozioni e pressione tipiche dei grandi club come il Milan".

"Ibra è incredibile, mi riconosco nel gioco di Pioli"

leggi anche

Ibra: "Non penso al ritiro, vado ancora avanti"

Faivre che, in caso di approdo al Milan, troverebbe in rosa molti connazionali: "Conosco Ballo-Touré dai tempi del Monaco. Mi dice che il Milan è una grande società, con grandi ambizioni, con tifosi fantastici. Anch’io sono ambizioso. Insomma, c’è tutto perché funzioni. Ibra? È un giocatore incredibile che seguivo pure da tifoso del Psg. E comunque al Milan tutti i giocatori sono di alto livello". Il francese ha poi proseguito: "Mi riconosco nel gioco di Pioli, nella volontà di fare bel gioco per vincere. Lo di mostra in campionato. In Champions meriterebbe qualche punto in più". Faivre che ha poi concluso: "Per imporsi nel calcio è necessario avere personalità e carattere. A casa sono un tipo tranquillo, ottimista, in campo sono un guerriero, non temo nessuno. Sono tecnico con una buona visione del gioco. Devo migliorare la fase difensiva".

I retroscena dell'affare (per ora) sfumato

approfondimento

Milan top dopo la sosta, crollo della Roma

Romain Faivre e il Milan, storia di un amore sfumato sul più bello. Il trequartista francese classe 1998 del Brest è stato infatti molto vicino a trasferirsi in Italia la scorsa estate, con la società rossonera che si è vista rifiutare un’offerta da 12 milioni più 3 di bonus dal Brest. A irrigidire le parti anche la ‘troppa voglia di Milan’ del francese, che per cercare di forzare la cessione si è rifiutato di prendere parte alla sfida di campionato contro lo Strasburgo. Il Milan però non ha mai smesso di seguire e apprezzare Faivre (4 gol e 4 assist in 12 gare di Ligue 1 in questa stagione) e a gennaio potrebbe fare un nuovo tentativo per fargli indossare il rossonero.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche