Lazio, Milinkovic-Savic e un addio da 80 milioni

lazio
Matteo Petrucci

Matteo Petrucci

milinkovicsavic_getty

Con la rete allo Spezia Sergej Milinkovic-Savic ha raggiunto la doppia cifra sia negli assist che nei gol realizzati in stagione. Le speranze europee della Lazio passano soprattutto da lui oltre che da Ciro Immobile. Se quest'ultimo però è destinato a rimanere in bianconceleste per il serbo invece il futuro è lontano da Roma

Nella collezione dei migliori centrocampisti è diventato un pezzo unico. Perché col gol segnato allo Spezia Milinkovic ha raggiunto per la prima volta in carriera la doppia-doppia di reti e assist. Solo lui nel nostro campionato. Unico in Italia, caso raro allargando il discorso all'Europa dove solo in due hanno fatto meglio: Nkunku del Lipsia e Payet del Marsiglia, che sono centrocampisti solamente di ruolo poiché all'atto pratico giocano in attacco. Se la Lazio vede sempre più da vicino la qualificazione ad una competizione europea per il sesto anno consecutivo lo deve soprattutto a lui che con Immobile si divide la palma del mvp della stagione biancoceleste

approfondimento

Serie A, Spezia-Lazio 3-4: gol e highlights

L'ingresso in Europa è stato per tante volte rifugio sicuro per trattenerlo a Roma ma stavolta difficilmente basterà. Ne ha preso atto la società, lo conferma indirettamente l'entourage del giocatore. C'è tutto insomma per il solito tormentone estivo che però non ha mai inciso sul suo umore o sul suo rendimento, sempre in crescendo nelle 7 stagioni in Italia. Lanciato da Pioli, esploso con Inzaghi e maturato con Sarri nonostante qualche incomprensione tattica ad inizio campionato. La sua cessione è considerata necessaria e l'indice di liquidità che dal prossimo anno sarà criterio ammissivo per l'iscrizione al campionato c'entra solo parzialmente. Per l'inevitabile rifondazione estiva invocata da Sarri tra giocatori in scadenza, altri a fine ciclo ed altri ancora poco idonei al suo calcio, è l'unico con cui poter fare cassa. Per caratteristiche tecniche, rendimento e carattere la Lazio come "sacrificabile" preferirebbe puntare su Luis Alberto eppure - strano ma vero - dal mercato sono arrivate poche richieste per lo spagnolo. Conti alla mano, poi, la sua partenza non risolverebbe i problemi. Non resta allora che Milinkovic, anche per questo un pezzo unico, anche se il suo prezzo ancora non lo è. Lo stabilirà con esattezza il mercato

La Lazio non scenderà sotto gli 80 milioni

vedi anche

Lazio, le certezze di Sarri: l'Europa sull'asse Immobile-Milinkovic

Nonostante stia disputando la miglior stagione in carriera Lotito non potrà chiedere i 120 milioni di qualche anno fa ma non scenderà sotto gli 80. Ecco perché il cerchio delle pretendenti inevitabilmente si riduce ai pochi top club che possono permetterselo. United e Psg in questo momento sono le uniche che hanno chiesto informazioni. Kezman, il suo procuratore, nella settimana che ha preceduto Lazio-Milan ha avuto due incontri con la Lazio, che dal canto suo aspetta l'offerta giusta. Il diretto interessato invece pubblicamente non sfiorerà l'argomento fino a questa estate ma anche lui sa bene che le ultime tre di campionato saranno quelle di un lungo ma inevitabile addio.