Milan, l'obiettivo Ziyech lascia i suoi agenti: deciderà da solo futuro

Calciomercato

L'esterno marocchino ha comunicato che non sarà più l’agenzia Nakhli Mondial a rappresentarlo: "Le decisioni che riguardano il mio futuro le prenderò da solo". Segnali di resa del Leeds su De Ketelaere: il belga vuole i rossoneri ma chiede garanzie

CALCIOMERCATO, NEWS E TRATTATIVE LIVE

Hakim Ziyech deciderà da solo il suo futuro. L’esterno classe 1993, in uscita dal Chelsea e obiettivo di mercato del Milan, con un messaggio pubblicato su Instagram ha fatto sapere che gestirà da solo le negoziazioni che riguardano il suo futuro dopo aver chiuso i rapporti professionali con i suoi agenti. “Ho raggiunto un punto nella mia vita in cui sento che è il momento giusto per me per prendere il pieno controllo del mio futuro professionale. Voglio che le trattative e le decisioni sulla mia carriera siano portate avanti da me. Per cui da ora in poi, la mia squadra ed io, insieme con i nostri rappresentanti legali, gestiremo la situazione", si legge. Hakim Ziyech dunque ha chiuso il rapporto professionale con l’agenzia Nakhli Mondial a cui era legato da ormai 12 anni.

Cosa cambia per il Milan?

leggi anche

Un mago col Milan nel destino: la storia di Ziyech

Cosa cambia adesso per il Milan? Nei giorni scorsi Hakim Ziyech ha già dato il suo ok di massima alla società rossonera, che a sua volta sta trattando con il Chelsea – che ha già comunicato al ragazzo che non è centrale nel progetto tecnico di Tuchel – per trovare la formula migliore per il trasferimento, che potrebbe essere un prestito con diritto/obbligo di riscatto o anche un acquisto a titolo definitivo. La volontà di Ziyech di decidere da solo il suo futuro potrebbe anche rappresentare un segnale positivo per i rossoneri visto che l’esterno marocchino sembra molto attratto dalla possibilità di giocare in Italia, ma nei prossimi giorni si capiranno meglio gli scenari.

De Ketelaere chiede garanzie, il Leeds verso la resa

leggi anche

Tutte le amichevoli delle squadre di Serie A

Il Milan intanto prosegue il pressing su De Ketelaere e dopo una prima offerta da 20 milioni di euro più bonus presentata e respinta dal Bruges lavora per trovare l’accordo con il club belga, forte anche della priorità che il classe 2001 ha dato ai rossoneri. Il Leeds, infatti, nonostante l’offerta da 35 milioni di euro si è quasi rassegnato a rinunciare al ragazzo: segnali di resa derivanti proprio dalla voglia di Milan del ragazzo. Per dire definitivamente sì a Maldini e Massara, De Ketelaere chiede garanzie tecniche – maglia da titolare e continuità d’impego – sul suo futuro: rassicurazioni che il Milan ovviamente non può mettere per iscritto. Un nodo che la dirigenza rossonera sta provando a sciogliere cercando di fare capire al ragazzo e ai suoi agenti l’importanza che avrebbe il ragazzo nel progetto; un ruolo sicuramente centrale, testimoniato proprio dall’eventuale esborso economico per il suo cartellino.