Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
20 aprile 2018

Barcellona, Iniesta in Cina: lo aspetta il Chongqing Dangdai Lifan

print-icon
ini

Secondo quanto riportato dall’emittente cinese PPTV, il centrocampista del Barcellona annuncerà presto quale sarà la sua prossima destinazione. La nuova squadra di Iniesta sarà il Chongqing Dangdai Lifan di Jiang Lizhang, che oltre ad essere anche proprietario del Granada detiene il 60% delle quote del Parma

INIESTA IN CINA? TUTTO GRAZIE AL... VINO
INIESTA: "IL MIO FUTURO? HO GIA' DECISO"

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Una storia giunta ormai a i titoli di coda, Andrés Iniesta e il Barcellona sono pronti a dirsi addio. Una vita trascorsa in blaugrana, ma adesso il centrocampista spagnolo ha deciso: il suo futuro sarà in Cina. Secondo quanto riportato dall’emittente cinese PPTV, che detiene anche i diritti della Liga, la squadra dove giocherà il classe ’84 – campione del mondo e d’Europa con la Nazionale spagnola – sarà il Chongqing Dangdai Lifan, club che milita nella Super League. Accordo di tre stagioni, Iniesta potrebbe dare l’annuncio già la prossima settimana, dopo la finale di Coppa del Re che disputerà con il suo Barcellona contro il Siviglia.

La nuova squadra: il proprietario detiene anche il 60% del Parma

A portare avanti con esito positivo l’operazione sarebbe stato il proprietario del club cinese, Jiang Lizhang, imprenditore di successo molto attivo nel mondo dello sport. Oltre ad avere il 90% delle azioni del Chongqing Dangdai Lifan, infatti, Lizhang è anche il proprietario del Granada, club spagnolo, e detiene il 60% delle quote del Parma. Non soltanto il calcio, il presidente della squadra dove giocherà Iniesta è anche azionista dei Timberwolves Minnesota, franchigia di NBA della quale ha rilevato il 5% delle azioni dal 2015. Ad aver svolto un ruolo rilevante per il buon esito dell’operazione potrebbe essere anche Gerard Pique, compagno di squadra di Iniesta al Barcellona, il quale è associato al fondo di investimento Desports, di proprietà dello stesso Jiang Lizhang. Il centrocampista del Barcellona era stato a Chongqing, una città di oltre 30 milioni di abitanti, già nella scorsa estate per promuovere il suo campus e portare avanti una serie di iniziative. Per i prossimi tre anni, quella cinese sarà la sua nuova casa: previsto da parte sua l’annuncio dell’accordo con il Chongqing Dangdai Lifan.

Iniesta: "So già cosa farò, Barcellona sarà sempre casa mia"

A fare chiarezza sul suo futuro era stato proprio lo stesso Iniesta, che nelle scorse settimane – dopo la vittoria in Liga contro il Valencia – aveva chiarito come le sua decisione fosse ormai stata presa. "So già cosa ho intenzione di fare – aveva detto in quell’occasione il centrocampista del Barcellona -, ma non è ancora giunto il momento di comunicarlo. Quando sarà il momento di dirlo, lo dirò. Prima al club, poi all'allenatore e infine al mondo intero. Tutti, in un modo o nell'altro, possono capire le mie parole- L'amore e il rispetto delle persone che ho ora ci saranno sempre, ma non è qualcosa che possa farmi cambiare idea. Sono sempre grato a tutti quanti, questa è casa mia". Un vita trascorsa con una sola maglia, 669 presenze con addosso i colori del Barcellona per una carriera costellata da una serie infinita di successi. Ben otto i campionati vinti da Iniesta – che con il club blaugrana si appresta a trionfare in Liga per la nona volta -, quattro Champions League. Poi tre edizioni del Mondiale per Club, tre della Supercoppa Europea, oltre a sette Supercoppe di Spagna e cinque Coppe del Re. L’ultima apparizione in Europa con la maglia blaugrana, però, è coincisa con una delle sconfitte più cocenti della storia recente del Barcellona, costata l’eliminazione ai quarti di finale di Champions League contro la Roma. "È stato un brutto colpo – aveva detto il capitano del Barça dopo il pesante ko dell’Olimpico -. Loro non avevano nulla da perdere e noi non sapevamo come adattarci al loro gioco. Abbiamo sbagliato tante cose, ma non ci sono problemi nello spogliatoio, remiamo tutti dalla stessa parte. La responsabilità principale della disfatta è nostra, dei giocatori. È stato un ko che fa male all'anima. Le delusioni mi feriscono molto, ma assaporo tanto le vittorie quando arrivano, per cui se trionferemo in Liga e in Coppa del Re sarò l'uomo più felice al mondo". Poi, per lui, sarà il momento di pensare a nuovi trionfi. In Cina, al Chongqing Dangdai Lifan.

Liga, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI