user
10 agosto 2017

Calciomercato, Inter: fatta per Medel al Besiktas

print-icon
Medel, Inter

Medel, Inter (Lapresse)

Intesa raggiunta tra la società nerazzurra e il club turco: 3 milioni di euro più una percentuale sull’eventuale futura rivendita, queste le cifre dell’operazione che porterà il cileno ad indossare la maglia del Besiktas nella prossima stagione

TUTTE LE TRATTATIVE DI OGGI

7 partite su 10 di Serie A in esclusiva su Sky

Avventura italiana arrivata ai titoli di coda, perché dopo l’accelerata delle ultime ore – con l’arrivo a Milano dei dirigenti turchi nella giornata di ieri – è arrivata la fumata bianca per il trasferimento di Gary Medel al Besiktas. Decisivo per il buon esito dell’affare l’incontro avvenuto a Milano tra il direttore sportivo della società turca e quello nerazzurro Piero Ausilio: un lungo faccia a faccia che ha poi portato all’intesa totale tra i club. Tre milioni di euro più una percentuale sull’eventuale futura rivendita, queste le cifre dell’operazione che porterà il cileno a salutare l’Italia. Tra il Besiktas e Medel, invece, nessun problema contrattuale: l’accordo economico tra le parti, infatti, era già stato raggiunto nei giorni scorsi. E adesso è arrivato anche l’ultimo step, l’intesa totale tra i club: Medel, arrivato all’Inter nell’estate del 2014 dal Cardiff, saluta il nerazzurro dopo tre stagioni. Nel suo futuro adesso c’è il Besiktas, affare fatto. Il giocatore ha confermato il suo addio a San Siro con una storia su Instagram.

Vecino: "Spalletti insegna calcio"

Per un centrocampista, Medel, ormai pronto a salutare l’Inter, ad un altro, Vecino, che sta muovendo i suoi primi passi in nerazzurro. "Arrivo nel pieno della mia maturità calcistica. I prossimi anni saranno i migliori perché si arriva a un certo punto di esperienza in cui si cresce a livello fisico e tattico. Voglio dare il massimo e migliorarmi. La pressione c’è sempre, ovunque vai. Sono in una grande squadra, questa è una grande responsabilità. Quando ho saputo che l'Inter mi cercava ero felicissimo. Era una opportunità unica per la mia carriera, avevo l’ansia di voler chiudere in fretta. La prima impressione è stata molto positiva, avevo l’ansia di essere subito qui per allenarmi con i compagni. San Siro? Sicuramente è uno stimolo, uno stadio con tanta storia, con tanta gente, questo vogliamo come giocatori”, le parole del centrocampista che ha risposto così alle domande dei tifosi su Facebook. Vecino ha poi aggiunto: "Spalletti? Mi ha colpito come insegna il calcio, poi la sua tranquillità, ti fa capire subito cosa fare in campo. Se saremo bravi a seguirlo potremo fare grandi cose perché siamo una buona squadra. Obiettivi? Una squadra come l’Inter non può mancare in Europa".

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI