user
12 giugno 2018

Milan, Mirabelli: "Lo scambio André Silva-Falcao è improbabile. Prossimo anno in Champions"

print-icon
mir

Il direttore sportivo del Milan è in Russia insieme a Gattuso per visionare alcuni giocatori. “Lo scambio Silva-Falcao non è fattibile, il portoghese è giovane e promettente, mentre Falcao è nella fase finale della carriera” ha detto in un’intervista

CALCIOMERCATO, TUTTE LE TRATTATIVE LIVE

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

THIAGO SILVA: "TORNEREI AL MILAN"

In attesa di conoscere i verdetti dell’UEFA, Massimiliano Mirabelli e Gennaro Gattuso sono volati in Russia, dove seguiranno i Mondiali visionando dal vivo qualche giocatore utile per il mercato. Ma intanto il direttore sportivo rossonero, ai microfoni di Premium Sport, ha cominciato ad escludere alcuni scenari. “Lo scambio André Silva per Falcao è improbabile. Il colombiano è nella fase finale della carriera, mentre il portoghese è giovane e ha soltanto bisogno di un po’ di tempo per fare l’abitudine al nostro campionato. In futuro sarà uno dei più forti nel suo ruolo. Poi non abbiamo nemmeno ricevuto offerte importanti per lui” ha spiegato. Donnarumma resta sempre un uomo mercato, ma al momento tutto tace: “Questo silenzio può solo far bene, è un patrimonio del calcio e contiamo di farlo restare a lungo. Raiola è tranquillo, non abbiamo problemi. L’obiettivo è tenere tutti i calciatori migliori, sappiamo di avere una squadra di valore”.

Obiettivo Champions

Intanto, Thiago Silva ha detto di immaginare di chiudere la carriera al Milan: “È un grandissimo giocatore. Questa è una prova che questo club conserva un certo appeal”. Ad ogni modo, tutto sarà più chiaro una volta che arriverà la pronuncia dell’UEFA, che potrebbe portare i rossoneri a non disputare l’Europa League: “Speriamo che questo non accada, ma non saremo impreparati in ogni caso. Senza di noi, poi, la competizione perderebbe fascino. Lavoreremo ugualmente per migliorare la rosa, perché per la prossima stagione l’obiettivo minimo sarà essere tra le prime quattro per conquistare un posto in Champions League”.

A proposito della questione europea e delle sanzioni in arrivo dalla Uefa, ha preso le difese del club rossonero anche un interista doc come Beppe Sala, il sindado di Milano, che sulla sua pagina facebook ha voluto lanciare il suo personalissimo endorsement per i rossoneri: "L'AC Milan e' un simbolo di Milano. I suoi successi internazionali hanno contribuito a rendere famosa la nostra citta' nel mondo. La Uefa non puo' ignorare il contributo di questa grande societa' al calcio e la passione dei suoi tifosi. (3 agosto 2017: Milan - CSU Craiova 65mila spettatori!)".

Calciomercato, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI