26 giugno 2017

Calciomercato Palermo, Tedino in città: "Sono orgoglioso e motivato"

print-icon
Bruno Tedino e Fabio Lupo, allenatore e ds del Palermo

Bruno Tedino e Fabio Lupo, allenatore e ds del Palermo (ph. Benedetto Giardina)

Il nuovo allenatore rosanero in città per incontrare la società: "Sono molto contento di essere una piazza così storica, creeremo uno zoccolo duro. Abbiamo bisogno di tutti". Con lui anche il nuovo ds, Lupo: "Mercato? Faremo un punto della situazione e ci metteremo subito a lavoro"

Il Palermo ricomincia da Bruno Tedino. In attesa del closing societario - previsto entro il 30 giugno, ma già garantito sia da Maurizio Zamparini che dal nuovo presidente Paul Baccaglini - una nuova era rosanero è pronta a cominciare. Anche dal punto di vista tecnico, con l’addio di molti dei giocatori coinvolti nell’ultima Serie A e cambi sia in panchina che in dirigenza. Proprio Tedino, reduce dai playoff di Lega Pro con il Pordenone, sarà il nuovo allenatore: “Sono molto contento e orgoglioso di essere una piazza così storica”, ha detto al suo arrivo in Sicilia. “Siamo molto carichi e motivati. Il salto dalla Lega Pro? Il calcio è difficile anche nelle categorie inferiori, forse lo è di più. Creeremo uno zoccolo duro, abbiamo bisogno di tutti per costruire tutto mattoncino dopo mattonicino. La società? Non ne voglio parlare, però posso dire di aver visto molta motivazione: questo è uno degli aspetti che mi ha fatto scegliere la piazza di Palermo. Non nascondo che avevo altre proposte, ma ho deciso di venire qui. Non ho parlato con i giocatori, siamo scesi per dei contatti diretti con la società”.

Il ds Lupo: "Palermo piazza storica, vogliamo giocatori motivati"

Come detto, a cambiare è anche il ruolo di direttore sportivo. Dopo l’alternanza dell’ultimo anno tra Daniele Faggiano (oggi al Parma) e Nicola Salerno, sarà Fabio Lupo a orchestrare il team di lavoro per il calciomercato in vista della prossima stagione: “Faremo un punto della situazione e ci metteremo subito a lavoro, c'è tanto da fare”, ha detto in aeroporto. “Claiton? È un'idea. Cosa mi ha spinto ad accettare? Palermo è una piazza che ha storia e tradizione, non si poteva non cogliere un'occasione del genere. Dovremo fare una squadra forte, arriveranno giocatori motivati e stimolati. Per le cessioni, invece, ci sarà tempo. Adesso andremo in sede per parlare”. Ufficializzate anche le date del ritiro che i rosanero effettueranno in Austria: “Il Palermo - si legge sul sito ufficiale del club - torna a Bad Kleinkirchheim. La squadra allenata da Bruno Tedino si radunerà in Friuli mercoledi 12 luglio e si trasferirà in Carinzia per iniziare nella giornata successiva la preparazione in vista della nuova stagione. I rosanero rimarranno a Bad fino a domenica 23 luglio. Al termine del ritiro, la squadra rientrerà in città per proseguire gli allenamenti”.               

CALCIOMERCATO 2018, TUTTI I VIDEO

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

LE ULTIME DI GIANLUCA DI MARZIO

Tutti i siti Sky