Innsbruck 2018, un Mondiale per scalatori: che chance per Nibali e Aru

Ciclismo
Il percorso dei Mondiali 2018 (Twitter)
mondiali_2018-twitter

E' stato svelato il percorso che assegnerà la maglia iridata tra 12 mesi in Austria: presente una salita finale con pendenza massima del 25%. Dopo tante prove allo sprint, finalmente un terreno favorevole alle due punte di diamante azzurre

MONDIALI, CALENDARIO E RISULTATI

Uno dei Mondiali più duri di sempre. E' questa l'opinione diffusa dopo che l'UCI ha svelato il percorso della manifestazione che assegnerà la maglia iridata il 30 settembre 2018 a Innsbruck, Austria. D'altra parte parliamo di una corsa in linea di 265 km complessivi, con un dislivello di 4670 metri e una salita finale da brividi. La prova uomini Elite vedrà il gruppo compiere 90.6 km, poi 6 giri del circuito caratterizzato dalla salita di Igls (7.9 km al 5.7%), prima di spostarsi su un tracciato conclusivo (31 km), che avrà come protagonisti ancora Igls e il temibile Gramartboden, uno strappo di 2800 metri all’11.5% di pendenza media, con punte addirittura al 25%. Roba da Mortirolo, Angliru e Ventoux, tanto per gradire. Il Mondiale (22-30 settembre) sbarca in Austria per la terza volta dopo Villach nel 1987 e Salisburgo nel 2006. Come grado di difficoltà, ricorda molto quelli di Sallanches 1980 e Duitama 1995. Se a Bergen è previsto l'ennesimo arrivo in volata, a Innsbruck la maglia iridata sarà un affare tra scalatori: Aru e Nibali, grandi assenti della spedizione azzurra in Norvegia, affilano i tubolari. 

UCI, Lappartient nuovo presidente

Il congresso dell'Unione ciclistica internazionale (UCI) ha eletto il francese David Lappartient presidente per il prossimo quadriennio con 37 voti contro 8. Il dirigente transalpino subentra a Brian Cookson. Entra nel nuovo Direttivo il presidente della Federazione italiana, Renato Di Rocco, eletto durante il congresso che si è tenuto a Bergen in Norvegia, dove si stanno svolgendo i Mondiali. Di seguito, l'elenco completo dei membri. Europa: Renato Di Rocco (Italia), Harald Hansen (Norvegia), Toni Kirsch (Germania), Artur Lopes (Portogallo), José Luis Lopez Cerron (Spagna), Igor Makarov (Russia) e Tom Van Damme (Belgio). Asia: Amarjit Singh Gill Darshan Singh (Malesia). Africa: Mohammed Benelmahi (Marocco). America: Bob Stapleton (Usa). Oceania: Tony Mitchell (Nuova Zelanda).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche