Giro di Lombardia 2018: vince Thibaut Pinot. Battuto Vincenzo Nibali

Ciclismo
Thibaut Pinot (LaPresse)

Il francese conquista la sua prima classica Monumento: sul traguardo di Como precede il siciliano, staccato ai meno 13 chilometri, e il belga Teuns. Tris sfiorato per lo "Squalo", già vincitore del Lombardia nel 2015 e nel 2017

MILANO-TORINO: SUPER PINOT A SUPERGA

GRAN PIEMONTE, URRÀ COLBRELLI

Ventuno anni dopo Laurent Jalabert un francese torna a vincere il Giro di Lombardia. Thibaut Pinot arriva in solitaria sul traguardo di Como, precedendo un grande Vincenzo Nibali, in ritardo di una trentina di secondi, e il belga della Bmc Dylan Teuns. Per il siciliano la tripletta al Lombardia, già vinto nel 2015 e 2017, è solo sfiorata. Lo Squalo inseguiva anche la doppietta Sanremo-Lombardia nello stesso anno, impresa che gli avrebbe permesso di eguagliare Eddy Merckx. Ma Pinot ha dimostrato di essere in grande forma: non a caso aveva vinto tre giorni fa la Milano-Torino.

L'attacco decisivo ai -13

A oltre 40 chilometri dal traguardo, all'inizio del Muro di Sormano, lo sloveno Primoz Roglic rompe gli indugi, Vincenzo Nibali e Thibaut Pinot lo seguono a ruota. Il trio di testa arriva a guadagnare circa 40 secondi su Valverde e gli altri inseguitori. In discesa si aggiunge ai battistrada anche il talento del Team Sky, Egan Bernal. Poi all'imbocco del Civiglio, penultima asperità di giornata, lo sloveno e il colombiano cedono di schianto. Restano solo Pinot e Nibali, con il francese pimpante sui pedali e lo Squalo a ruota. Il campione del mondo Alejandro Valverde si stacca dal gruppo degli inseguitori ai meno 15 dal traguardo, mentre davanti comincia a diventare una partita a scacchi tra Pinot e Nibali. Ai meno 13 il colpo del ko del francese: il siciliano va fuorigiri e Pinot non ci pensa due volte a lasciarlo lì. Il francese scollina con più di 20'' di vantaggio e si prende la prima classica Monumento della sua vita.

"La mia vittoria più bella"

"Ho vinto tante volte in Italia - ha detto Pinot, esausto al termine della gara -. Trionfare al Lombardia era il mio sogno, non solo un obiettivo. Battere Nibali poi.. .". Lo Squalo è comunque soddisfatto: "Ho corso con il cuore, ma Thibaut aveva un'altra gamba. La prossima settimana ho un nuovo controllo alla schiena: spero vada tutto bene".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche