user
07 settembre 2017

Punizioni, cross e assist, consigli per un'asta perfetta

print-icon
ber

I dati degli ultimi anni ci dicono su chi puntare per gli assist e le punizioni: la sorpresa è Cacciatore mentre Berardi non ha rivali nel convertire le chiare occasioni da rete

DIVENTA PRESIDENTE DI LEGA NEL SUPERSCUDETTO SKY

Fare una lista dei big da cercare di prendersi all'asta non è molto difficile. Il problema è quanto spendere. Per quel che riguarda le sorprese, i jolly e le insidie da evitare il discorso è diverso. Con le giuste indicazioni si possono fare ottimi affari ma soprattutto schivare qualche 'pacco'. Andando ad analizzare i numeri delle ultime quattro stagioni (escluse le prime due giornate di quest'anno) possiamo trovare numeri e nomi interessanti da poter tenere a mente.

Cross & Assist: molti esterni sono propositivi in fase offensiva non solo con gli inserimenti. Crossare bene è un'arte e può portare in dote ottimi voti e molti assist. Pjanic, Candreva, Berardi e Mertens sono stati quelli che hanno servito meglio i  rispettivi compagni nell'ultimo quadriennio di Serie A. Tra gli altri segnaliamo anche Borja Valero, Lulic e Birsa. Per alcuni di loro, il fatto di battere punizioni e calci d'angolo aiuta non poco. Andiamo allora a dare uno sguardo ai 'crossatori puri' ovvero al numero di cross e alla percentuale di precisione.

Il dato di Candreva è impressionante a livello assoluto: oltre 950 cross negli ultimi 4 anni. Per capirci meglio: il secondo di questa speciale classifica è il Papu Gomez che non ariva a 450. La cosa utile però è scoprire la percentuale di traversoni andati a buon fine. Considerando i giocatori con almeno 100 cross tentati ecco quali dati troviamo tra i giocatori che attualmente militano nel nostro campionato.

Il dato migliore è di Fabrizio Cacciatore con il 28,69% di cross positivi, seguito a breve distanza da Juan Cuadrado. Terzo gradino del podio per Senad Lulic (25,05%). Lucas Castro, Felipe Anderson, Lorenzo De Silvestri, Raffaele Palladino e Diego Perotti sono tutti tra il 23% e il 24% di cross positivi

Gol su punizione: i dati ci dicono che spendere troppo per quelli che noi riteniamo essere degli 'specialisti', può portare in dote una spesa eccessiva e un mancato ritorno. Badate bene: questi dati, che ricordiamo essere il riassunto degli ultimi 4 anni, riguardano solo le reti su punizione diretta. Se comprate un rigorista che è anche specialista con la barriera davanti, beh il discorso è differente. Al momento però i due bomber da fermo li ha la Juventus: 10 reti su punizione per Miralem Pjanic, 6 per Paulo Dybala. Nessun altro, tra gli attuali giocatori di A, arriva a quota 4. Con tre reti troviamo: Valter Birsa, Dries Mertens, Josip Ilicic, Eder e Adem Ljajic. Ovviamente essere sul punto di battuta significa anche possibile assist ma gli anni dei Parisi e dei Materazzi sono molto lontani.

Chiare occasioni da rete: questa è una statistica sicuramente utile sia per chi gioca a Superscudetto, sia per chi dovrà formare la propria rosa tramite un'asta. Il dato riguarda la capacità di convertire le 'occasioni d'oro' ovvero quelle situazioni nelle quali il giocatore si trova a tu per tu con il portiere oppure quando può tirare da distanza ravvicinata. Avete presente quando gridate "ma come ha fatto a sbagliare un gol così.."? Ecco quella è una mancata conversione di una chiara occasione da gol. Analizziamo quindi questo dato, coivolgendo però dolo quei calciatori che hanno avuto a disposizione almeno 40 occasioni

Al primo posto della speciale classifica troviamo Domenico Berardi che ha trasformato in rete il 75% delle 'occasioni d'oro'. E' una percentuale davvero alta visto che al secondo posto troviamo Andrea Belotti con il 53%, seguito da Ciro Immobile che è pressoché sugli stessi numeri del 'Gallo'. Nella parte medio bassa della classifica c'è Lorenzo Insigne con il 35,71%. Escludendo quelli che giocano nelle squadre di vertice, segnaliamo infine Thereau (49%), Quagliarella (47%) e Duvan Zapata (46,5%)

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi