user
21 agosto 2018

Serie A: Papu, Dzeko e Zajc sul podio della prima giornata. Icardi e Luis Alberto tra le delusioni

print-icon

L'invenzione di Immobile, la perla di Dzeko, il golazo di Kurtic, ma anche la sorpresa di vedere bomber come Icardi, CR7 e Belotti a secco. La prima giornata di campionato non ha deluso le aspettative 

GIOCA A SUPERSCUDETTO

Ci si aspettava (almeno) un gol di CR7 e invece hanno segnato Stepinski e Barillà. La prima giornata di Serie A è stata coerente con la sorprendente sessione di mercato che si è chiusa alla vigilia del gran debutto: succedono cose impronosticabili. Il weekend a bocca asciutta dei vari Ronaldo, Dybala, Icardi, Mertens e Belotti ha destabilizzato la maggior parte dei fantallenatori che pensava di partire "in sicurezza". Chi invece si è aggrappato al solito Papu, aspettando pazientemente il Monday Night, è stato premiato: l'unica doppietta è arrivata proprio dal capitano dell'Atalanta, MVP e 8 in pagella per lui. Isolando le cose meglio riuscite della prima giornata, il Papu è comunque in buona compagnia. 

Il gol più bello: Immobile, Dzeko o Kurtic?

In una giornata che non ha riservato grandi prodezze da parte dei portieri (nessun rigore parato), vanno evidenziate tre perle. All'Olimpico Ciro Immobile sblocca il risultato con un'invenzione che ricorda una giocata "ronaldiana", con cui lascia sul posto tre difensori: il gol del sabato è roba sua. L'indomani gli risponde "il cigno di Sarajevo", che contribuisce all'Epifania di Justin Kluivert trasformando in un super-gol l'assist del giovane olandese. Ma come dimenticare la fucilata all'incrocio dei pali di Jasmin Kurtic? Impossibile opporsi per Skorupski, uno dei tanti portieri con la S usciti battuti in questo debutto in campionato.

La maledizione della "S"

Sorrentino, Szczesny, Seculin, Strakosha, Sirigu, Scuffet, Sepe e nel Monday Night il poker incassato da Sportiello. Il polacco del Bologna è in buona compagnia, sono stati 9 i portieri con la S battuti nelle 7 gare di Serie A giocate tra sabato 18 e lunedì 21 agosto.

Le belle sorprese della prima giornata

È stato il mercato dei ritorni in Serie A, da Pastore a Zaza passando per i vari Boateng, Vrsaljko, Keita Balde, Pjaca, Soriano... e uno di questi, l'ex rossonero Mario Pasalic: il croato rientrato dall'esperienza allo Spartak Mosca è stato voluto da Gasperini che lo ha subito lanciato sia in Europa League che in campionato. Un gol di là e uno di qua, Mario si candida ad essere uno dei trequartisti più richiesti nei fantacalci di questa stagione. Per chi deve ancora affrontare l'asta, il nome di Pasalic va segnato sul proprio taccuino assieme a quello di Zajc, genietto sloveno che dopo aver fatto impazzire le difese di Serie B guadagnandosi la promozione con l'Empoli, ha subito messo le cose in chiaro. La sua prestazione contro il Cagliari (MVP, 7 in pagella) ha richiamato l'attenzione così come sono stati degni di nota il giovane Magnani del Sassuolo - centrale di difesa affiancato a Silvestre per neutralizzare Icardi - e l'assistman Justin Kluivert. Sulla qualità degli esterni offensivi della Roma non c'è mai stato alcun dubbio, ma le perplessità dei fantallenatori riguardano il minutaggio che sarà loro concesso, essendo soltanto due i posti ai fianchi dell'intoccabile Dzeko.

Come affrontare la seconda giornata

Archiviata la prima fantagiornata, è già tempo di mettere testa alla seconda, con appuntamenti come Juve-Lazio e Napoli-Milan che inaugurano un imperdibile turno di campionato. A giudicare dal "most wanted team", la squadra composta dai giocatori più acquistati al Superscudetto, la maggior parte dei fantallenatori dubita che Icardi e CR7 possano restare a secco per un altro weekend. Nel tridente più gettonato, assieme a loro c'è il polacco Piatek, che avrebbe dovuto debuttare contro il Milan nel match rinviato al 31 ottobre. Il bomber di Coppa Italia - capace di un poker al Lecce - è chiamato a violare la porta dell'Empoli (imbattuto contro il Cagliari). Per il ruolo di portiere, Handanovic è il più richiesto: l'Inter ospita in casa il Torino e deve rifarsi dopo il ko incassato dal Sassuolo. Ben tre gli atalantini inseriti nella squadra più frequente: sono Masiello, Toloi e Pasalic. Apparente scetticismo, invece, nei confronti dei giocatori del Milan: la trasferta a Napoli, che rappresenta anche la prima uscita per i rossoneri di Gattuso, forse è ritenuta troppo rischiosa.

Serie A 2018-2019, gli highlights

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi