Consigli Fantacalcio: i "campo o panca" della 33^ giornata

Fantacalcio

Ogni giornata nasconde insidie, rischi e turnover ma ci sono anche i dati che ci aiutano a capire chi dovrà essere un titolare inamovibile della nostra fantasquadra. La nostra fantarubrica passa in rassegna 10 nomi equamente suddivisi tra campo e panchina

PARMA-MILAN LIVE

LE ULTIME NEWS DAI CAMPI

GUIDA AL FANTACALCIO

Diciassette gol nell’ultima giornata di campionato, ventidue in quella precedente. E’ un trend abbastanza preoccupante per i vari fantallenatori. Ci sono turni di campionato nei quali è abbastanza semplice trovare +3 qua e là. Quando però si arriva verso la fine del campionato, le cose cambiano: molte squadre puntano si giocano ancora tanto e di gare ‘allegre’ se ne vedono sempre meno. Fondamentale quindi cercare di capire in questa ultima fase di stagione, come certi numeri possono aiutarci a scegliere gli attaccanti giusti. Inter-Roma, Napoli-Atalanta ma anche Empoli-Spal: scontri delicati quanto decisivi per tutte le squadre coinvolte o quasi.

Ecco quindi una panoramica su chi mettere in campo e chi lasciare in panchina al fantacalcio. Prima del listone sono necessarie due premesse:

  • Giocatori come Piatek, Quagliarella o Cristiano Ronaldo spesso non verranno citati in quanto sono quasi sempre da mettere. Saranno presenti nelle liste solo in caso di "panca" oppure come consigliati in un match particolarmente difficile.

  • Nelle varie motivazioni cercheremo di supportare la spiegazione e il consiglio anche con dati statistici sulla base di quanto una squadra crea e di quanto un’altra concede

 

CAMPO

Titolare della Settimana – Felipe Caicedo vs Chievo

Nel recupero contro l’Udinese è finito (di nuovo) nel tabellino dei marcatori: con un Correa ancora non al meglio, è serio candidato per una maglia da titolare. La vittoria casalinga di giovedì ci ha fatto vedere che con un 3-5-2 compatto, Immobile è più libero di svariare e di vestire i panni del suggeritore. Nel 3-5-1-1 il raggio d’azione dell’attaccante azzurro è più limitato. Prima del gol dell’1-0 contro l’Udinese (arrivato con l’assist di Immobile), c’era stata un’azione praticamente identica segno che gli automatismi in campo aperto tra le due punti sono al massimo storico.

Leonardo Pavoletti vs Frosinone

Nainggolan, Vicari, Dzeko. Tre protagonisti con ruoli differenti ma con un comune denominatore. Tutti infatti hanno segnato al Frosinone di testa. Inutile ricordare i numeri di Pavoletti nel gioco aereo: semplicemente è il migliore in questo fondamentale e il numero di reti è sempre lì a dimostrarlo. L’assenza di Barella può certamente un fattore ma non è detto che per l’attaccante principe del Cagliari, sia poi così deleteria. Senza il capitano, i rifornimenti centrali saranno garantiti da Birsa ma non è escluso che Maran possa sviluppare maggiormente il gioco sulle corsie esterne. Pronta quindi una pioggia di cross? Possibile…e per Pavoletti rischia di essere Natale.

Duvan Zapata vs Napoli

Per quasi tutta la stagione abbiamo parlato dell’attacco della squadra di Gasperini. A Napoli non è certamente semplice segnare valanghe di gol ma il dato delle ultime due partite dei nerazzurri dice 0 gol segnati. Per trovare 3 partite consecutive senza reti bisogna andare molto indietro nella storia della Dea. Attenzione però perché contro l’Empoli la mancanza di reti è stata un’assoluta casualità. Il dato xG è stato superiore a 5 segno che, in base alla potenzialità di ogni tiro, ci si sarebbero aspettati 5 gol. Certo il Napoli non è l’Empoli ma anche contro le big, Zapata e compagni hanno dimostrato di non chiudersi lasciandosi schiacciare. Le occasioni arrivano sempre, ‘basta solo’ buttarla dentro.

Dries Mertens vs Atalanta

Ancora viva la delusione per l’eliminazione in Europa League in casa Napoli e l’Atalanta non è certo il cliente più semplice da affrontare in questo momento. Mertens ultimamente ha spesso perso il ballottaggio con Milik (escludendo le gare saltate da Insigne per infortunio). Il belga crea tanto e non disdegna il gol e può essere il primo giocatore in questa stagione a raggiungere la ‘doppia doppia’: il suo score attuale dice 11 reti e 9 assist. Manca quindi solo un +1 per arrivare in doppia cifra in entrambe le voci. Atalanta che è reduce da due 0-0 di fila ma che in precedenza aveva concesso almeno una rete in 8 gare di fila.

Andrea Petagna vs Empoli

Dieci reti subite in casa dall’Empoli nelle ultime 6 gare disputate al Castellani. Caputo e compagni sono alla ricerca della terza vittoria interna consecutiva che farebbe più che bene alla classifica della squadra di Andreazzoli. Spal più tranquilla dopo il successo contro la Juventus ma non ancora totalmente indifferente al discorso salvezza. Difficilmente gli uomini di Semplici si riverseranno in attacco: più realisticamente faranno gara di attesa e ripartenza. Con questo tipo di strategia, diventa importantissima la punta centrale, terminale offensivo di azioni che potrebbero essere costruite con pochi passaggi e con la costante ricerca della conclusione di Petagna che, lo ricordiamo, è anche tra i rigoristi di squadra ed è una delle infinite armi su palla inattiva a disposizione di Semplici.

PANCA

Panchinaro della settimana – Fabio Ceravolo vs Milan

Il probabile ritorno di Gervinho permetterà a D’Aversa di giocare secondo uno schema consolidato. Poco possesso palla, iniziativa lasciata agli avversari ma veloci ripartenze con verticalizzazioni e ricerca dell’uno contro uno in campo aperto. Le ultime dicono che c’è la possibilità addirittura di vedere una difesa a 5 o, in alternativa, mantenere un 4-3-3 ma con un centrocampista come punta esterna. In tutto questo Ceravolo potrebbe essere penalizzato oltremodo. Escludendo i due rigori calciati di recente (uno segnato e l’altro no), l’attaccante ex Benevento ha centrato lo specchio della porta solo 1 volta da quando è stato promosso titolare al posto dell’infortunato Inglese.

Kouma Babacar vs Udinese

Gol alla Sampdoria e gol al Cagliari. Il bottino di Babacar nel girone di ritorno si limita a queste due reti. Entrambe però sono arrivate in gare casalinghe. L’ultimo +3 del senegalese lontano dal ‘Mapei Stadium’ risale al 26 dicembre nella sconfitta dei suoi per 3-1 all’Olimpico contro la Roma. Negli ultimi tempi, De Zerbi ha ritrovato la vena realizzativa di Berardi. Anche Boga è andato a segno. Quello che davvero manca all’attacco neroverde è il gol della punta centrale. Matri, Babacar e Djuricic (quest’ultimo da finto nove) non sono riusciti a incidere con continuità e il ‘mal di trasferta’ di Babacar potrebbe continuare anche a Udine.

Edin Dzeko vs Inter

Il bosniaco è tornato al gol contro l’Udinese. Non solo: l’attaccante giallorosso è riuscito a segnare in una partita di campionato casalinga. Prima volta in stagione per lui. L’idea è quella di ripetersi anche a San Siro. Le reti in trasferta sono il suo forte ma andando a spulciare i dati di stagione scopriamo che Dzeko ha timbrato il cartellino contro Torino, Empoli, Atalanta, Chievo, Frosinone e Udinese. Nessuna traccia di +3 rifilato alle prime della classe. La buona notizia è il recupero di El Shaarawy, suo ‘fornitore’ di assist preferito visto che il Faraone ha contribuito a 3 delle 8 reti sin qui segnate dal bosniaco ma a Milano, per numeri e per ambiente, non sarà di certo facile per lui.

Moise Kean vs Fiorentina

E’ l’attaccante più in forma del momento? Sì. Trasforma quasi ogni tocco in gol? Sì. E allora perché finisce negli sconsigliati della settimana? E’ un super super rischio, è vero. Però c’è da considerare l’ ‘effetto Ronaldo’. Nelle partite di campionato con Kean protagonista, il portoghese è sempre stato assente. Senza CR7 le conclusioni offensive era più distribuite tra i vari attori bianconeri. Ora che la Juventus è fuori dall’Europa, Ronaldo punta dritto alla vetta della classifica cannonieri e c’è da scommettere che quasi tutta la mole offensiva degli uomini di Allegri avrà come terminale il 7 più famoso del mondo. Il rischio è che Kean non abbia molte palle giocabili.

Christian Kouamé vs Torino

La città di Torino domina dall’alto la Serie A. In che voce? In quella relativa alle reti concesse in trasferta. Juventus prima in questa speciale classifica e Torino al secondo posto con appena un gol incassato in più rispetto ai cugini bianconeri. Di contro, il Genoa sta pericolosamente perdendo terreno nei confronti di chi le sta dietro. Una vittoria nelle ultime 8 gare. In questo lasso di partite, contiamo 6 incontri con i rossoblù tenuti a zero reti segnate. Non un bel periodo per Kouamè e compagni. Il giovane attaccante non segna dalla 21ma di campionato. Non solo: negli ultimi 690 minuti giocati sono arrivati solo 4 tiri in porta. Un po’ pochi per sperare in una ‘rinascita fantacalcistica’ nel breve periodo.

I più letti