Fantacalcio, consigli per l'asta: i 5 difensori da prendere

Fantacalcio

Chi sono i migliori difensori al fantacalcio? Quelli che segnano spesso o quelli che portano in dote medie voto di tutto rispetto? Unire le due cosa sarebbe l’ideale ma indovinare la classifica marcatori di difesa di fine anno è cosa ardua. In più il prezzo d’acquisto varia parecchio tra chi è abile in area avversaria, specialista o ‘solo’ un buon titolare. Scopriamo però chi si candida al titolo di fantadifensore dell’anno

GIOCA A SUPERSCUDETTO

CONSIGLI FANTACALCIO: I 5 CENTROCAMPISTI DA COMPRARE

Una delle prime cose che fa il fantallenatore in previsione dell’asta, è andare a vedere chi sono stati i difensori più prolifici della passata stagione. Pensate di essere i soli a farlo? Se vi limitate a questo sarete allo stesso livello dei vostri amici-avversari, con gli stessi nomi sul taccuino. L’asta per quei nomi sarà scatenata e i vostri piani d’acquisto potrebbero andare a farsi benedire. Meglio magari studiare gol fatti e gol concessi su palla inattiva da parte delle varie squadre e come certi difensori potrebbero essere utili alla causa. Angoli, schemi su palla inattiva, inserimenti sul secondo palo. I primi 180’ minuti ci hanno detto, ad esempio, che una squadra come la Juventus quest’anno ha già concesso 2 gol su palla inattiva. Questo era uno dei dati più positivi della passata stagione. Alcuni nuovi arrivi, o gente che ha cambiato squadra, non solo è andato a rinforzare un reparto ma ha aumentato i pericoli offensivi su palla inattiva. Ci sono difensori che sono da prendere ‘solo’ per la media voto o perché giocano in squadre che concedono poco pur non essendo ‘famosi’ per le capacità realizzative, altri però, e sono quelli più ricercati, che riescono a unire bouns e ottima media voto. Vediamo i 5 che abbiamo scelto per voi

Hans Hateboer (Atalanta)

Difensore che gioca a centrocampo e giocatore che si inserisce spesso venendo premiato dalla manovra della squadra. Il primo nome sulla lista è l’esterno dell’Atalanta: se ricordate solo i suoi gol avete a disposizione metà del suo potenziale. Contando i suoi tocchi in area, le zone che di campo che occupa e i passaggi chiave, ci si rende davvero conto di quanto sia importante nel gioco dell’Atalanta. I buoni voti in pagella non arrivano solo in caso di gol. Il suo è un acquisto da cercare di fare (quasi) a tutti i costi. La sua titolarità non è di fatto mai in discussione e a fine anno i suoi numeri molto probabilmente ripagheranno dell’investimento effettuato in questi giorni

Aleksandar Kolarov (Roma)

I primi 180 minuti di campionato confermano la bontà di Kolarov al fantacalcio. Tra punizioni e soprattutto rigori, il terzino della Roma sta già mettendo le cose in chiaro. Le sue soluzioni offensive, sia di potenza che di precisione, lo collocano tra i difensori più ambiti nelle varie aste e non potrebbe essere altrimenti. L’assetto dei giallorossi di Fonseca è ancora da registrare visti gli spazi lasciati contro il Genoa ma certamente non sarà così per tutta la stagione. Kolarov può pagare qualcosina adesso a livello difensivo ma non ci sentiamo certo in dovere di sconsigliare il suo acquisto per la vostra fantasquadra. Un tentativo concreto va fatto.

Armando Izzo (Torino)

L’anno scorso fu davvero un gran colpo al fantacalcio. In pochi forse avrebbero potuto pronosticare una fanta media da urlo. Quest’anno le cose sembrano proseguire sulla falsa riga di quello passato. C’è un piccolo ‘però’ ovvero quello che si dovrà sborsare all’asta per uno come lui. Non sottovalutate però le abilità offensive della squadra di Mazzarri: Belotti, De Silvestri, Bonifazi e (forse) Nkoulou con quest’ultimo che deve ‘riconquistarsi’ fiducia e maglia. La lista di quelli che possono colpire da palla inattiva è quindi lunga, ergo non è che i difensori avversari debbano solo occuparsi di Izzo e Belotti. Gente che sa mettere la palla sulla testa dei compagni non manca certamente ai granata. La squadra l’anno scorso ha dimostrato di poter girare bene anche a livello difensivo e Izzo può fornire la tanto desiderata ‘combo’ formata da bonus e ottima fantamendia

Diego Godin (Inter)

Non iniziare la stagione causa infortunio ha due conseguenze: la prima è che ovviamente il giocatore non garantisce una continuità di presenze tali da giustificare un pesante investimento fantacalcistico. La seconda però è che qualche fantallenatore potrebbe rinunciare a prenderlo proprio per non rischiare di avere un difensore spesso acciaccato. I 10 minuti di Cagliari però lo hanno restituito al campo e l’ex Atletico Madrid ha sempre garantito almeno 30 presenze in campionato nelle ultime 7 stagioni. Le sue abilità aeree sono ben note ma è un’Inter che si ritrova tre difensori che possono far male tutti su palla inattiva. Tra Skriniar, de Vrij e Godin la nostra scelta ricade su quest’ultimo ma attenzione a considerare anche gli altri due nel caso l’uruguaiano andasse via ad un prezzo spropositato per le vostre tasche

Kostas Manolas (Napoli)

La sua presenza non è dovuta alla rete messa a segno contro la Juventus, così come l’assenza di Koulibaly da questa lista non è dovuta all’autorete che ha deciso Juve-Napoli. La scelta dell’ex difensore della Roma come top difensore per il fantacalcio è frutto di svariate considerazioni che, in chiave fantacalcio, lo rendono più appetibile rispetto a Koulibaly. Partiamo dai bonus: escludendo l’anno da 5 gol, Koulibaly e Manolas non differiscono granché in termini di gol segnati. Il greco a Roma ha fatto vedere in questi anni una costante presenza in area avversaria nelle palle inattive e i suoi tocchi sono spesso finiti nello specchio, segno che è una delle prime opzioni (poi buttarla dentro è un altro paio di maniche). Ha tempi di inserimento migliori rispetto a Koulibaly che invece ha struttura fisica imponente riuscendo a saltare benissimo da fermo per colpire (per non parlare del terzo tempo). Consideriamo anche la probabile media voto: a Roma, Manolas giocava in una squadra che concedeva abbastanza e chiaramente in tanti penseranno a una media voto non certamente ottima. Giocare a Napoli, con KK al fianco, è forse un’altra storia. Difficile che uno prenda sempre 7 e l’altro sempre 5. Più probabile che le prestazioni siano vicine l’una all’altra. Questo ci porta al terzo punto ovvero il prezzo d’acquisto all’asta. Koulibaly è sempre uno dei più costosi mentre Manolas ‘paga’ la nomea di difensore che non porta sempre un 6 garantito e quindi potreste averlo con un'offerta più che ragionevole visto che le cose potrebbero cambiare in meglio e il suo prezzo d’acquisto non dovrebbe essere allo stesso livello di Koulibaly. Fateci un bel pensierino.

I più letti