Difensori low cost da acquistare al fantacalcio: i consigli di Sky Sport

Fantacalcio
low_cost

Poca spesa e massima resa. E' il sogno di ogni fantallenatore. Scovare le annate giuste però non è semplicissimo soprattutto tra chi deve impedire ad altri di fare gol. Non interessarsi alle neo promosse pensando a perenni insufficienze è sbagliato così come non è consigliabile spendere un sacco di soldi per chi gioca in una squadra forte ma porta in dote più malus che bonus

PARTE LA STAGIONE DI SUPERSCUDETTO: ISCRIVITI SUBITO

SCOPRI LA NUOVA GAMEZONE

Con il mercato ancora aperto ogni ruolo può essere rivoluzionato in termini di scelte e titolarità. Oggi pensiamo che un giocatore possa essere punto fermo ma domani cambia tutto perchè arriva qualcun altro. Non è facile la vita del fantallenatore di settembre. L'inizio del 'fanta' è dietro l'angolo e sia Superscudetto che le varie leghe stanno per iniziare. Come risolvere la questione acquisti low cost? Ma soprattutto: che cos'è un acquisto low cost?

NON SOLO PANCHINARI

Molti tendono a pensare che i difensori a basso prezzo siano i cosiddetti rimpiazzi e che low cost sia sinonimo di "me lo prendo a 1 credito". Non è propriamente così: soprattutto nelle leghe private non affollatissime. Facciamo due conti, giusto per capire. Ci sono 20 squadre in A: in media possiamo dire che ci siano 4 difensori per squadra (chi gioca a 3 dietro ha almeno un esterno 'listato' come difensore). Il totale dice 80. Consideriamo almeno un giocatore a squadra che possa entrare abbastanza stabilmente nelle rotazioni difensive. Saliamo a 100 possibili nomi (alcuni, ovviamente, molto costosi). Solitamente nelle rose delle varie leghe si arriva a 8 elementi in difesa. 12 amici che fanno il fantacalcio devono riempire in tutto 96 slot. Teoricamente parliamo di 96 difensori con una più che discreta (e costante) presenza in campo. Quindi qualche titolare andrà via a poco prezzo e in certi casi parliamo di elementi molto interessanti. Poi c'è chi pensa che Tizio possa scalare le gerarchie, o chi scommette su un semisconosciuto. Va bene lo stesso: l'universo del 'low cost' racchiude un insieme distinto di giocatori. Non solo "quelli da prendere a 1". Se volete una controprova ulteriore, andate a vedere le varie rose difensive della scorsa annata e confrontate prezzo d'acquisto e rendimento

COME LA METTIAMO CON LE NEOPROMOSSE?

Qui abbiamo due scuole di pensiero: c'è chi non vuole sentire le due parole "difensori" e "neopromosse" nella stessa frase quando pensa alla rosa della propria squadra e chi invece spesso guarda proprio le tre 'nuove arrivate' per poter avere titolari sicuri da mettere in caso di emergenza e per sfruttare qualche expolit stagionale. Ignorare completamente non è la via giusta dato che non è automatico che tutte le neopromosse prendano solo valanghe di gol. In più ci possono essere 'specialisti' e gente dal 6 costante che può farci gioco. Dall'altra parte non è detto che i difensori di fascia medio-alta garantiscano sempre bonus e super voti; per non parlare della differenza di spesa all'asta estiva. Partiamo quindi proprio da qualche difensore di Spezia, Benevento e Crotone. Nell'XI di Pippo Inzaghi gli esterni potrebbero rivelarsi interessanti: Letizia da una parte e Maggio dall'altra (con Foulon possibile sorpresa). A Crotone c'è Golemic che non tutti i fantallenatori conoscono. Probabilmente non vi costerà tanto averlo in squadra. Nello Spezia c'è da verificare l'impatto con la Serie A di vari elementi ma Marchizza stuzzica parecchio

IL RESTO DELLA TRUPPA

Difficile trovare gente che possa essere (molto) utile alla causa nelle squadre di alta classifica. C'è da dire che però, con le Coppe, ci sarà da ruotare non poco ed ecco che allora qualcuno può essere 'battuto' all'asta a poco prezzo. Nell'ultimo periodo, Simone Inzaghi ha avuto più di un problema sulla sinistra tra infortuni, acciacchi e gente non al top. Se la condizione fisica dovesse reggere, Fares potrebbe essere un interessante low cost. A Bergamo c'è Djimsiti che non parte quasi mai in prima fila quanto a titolarità ma che poi la sua bella dose di presenze la mette in cascina. A Firenze è tornato Biraghi che pare essere l'unico esterno sinistro viola non adattato. Una scommessa da Verona: che ne dite di tenere a mente il nome di Cetin. Juric di solito non sbaglia quanto a difensori centrali e l'ex Roma vuole dire la sua. A proposito dei giallorossi: i centrali difensivi non dovrebbero essere molto low cost ma uno come Bruno Peres sì. De Zerbi ci farà scoprire Ayhan che, al momento, potrebbe essere uno dei titolari del Sassuolo. A Napoli, per ora, ci sono tanti centrali per due posti: Rrahmani o Maksimovic saranno 'lasciati' a poco? Probabile. D'Ambrosio e Demiral paiono essere le poche scelte a basso costo di Inter e Juve che dovrebbero riuscire a ritagliarsi uno spazio (piccolo o grande che sia). Nella difesa del Parma tutti scommettono sempre su Bruno Alves ma il ragazzo 'costicchia' all'asta. Gagliolo è un'incognita: potrebbe costare tanto come finire tra i low cost. Dermaku ha già messo da parte un po' di presenze e non va dimenticato come possibile jolly. Tante possibilità a Cagliari ma la 'fregatura fantacalcistica' è dietro l'angolo: tanti pretendenti per pochi posti non danno tantissime sicurezze. Faragò e Lykogiannis sono multiruolo ma bisogna spendere davvero poco.A Bologna Dijks per un paio di stagioni era visto come difensore goleador. Le cose sono cambiate, il prezzo dovrebbe abbassarsi ma parliamo sempre di un titolare con bonus sempre 'in canna'. Nel Milan, Pioli ha fatto vedere che, potendo, cambia davvero poco là dietro. Musacchio può essere un'alternativa e così, all'asta, va trattato mentre a Torino c'è Ricardo Rodriguez che dovrebbe portare qualche bonus su palla inattiva

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche