Formula 1, il punto sull’affidabilità in vista di Monaco

Formula 1

Cristiano Sponton

SUT_Russian_Grand__1475255

In una stagione esaltante, in cui la lotta tra Ferrari e Mercedes è punto a punto, il tema dell’affidabilità potrebbe essere decisivo. Non si tratta solamente di arrivare in fondo alle gare, ma bisogna prestare attenzione alla sostituzione delle varie componenti della Power Unit. Approfondiamo il tema in vista del GP di Monaco

Cosa dice il regolamento

Il regolamento sportivo 2017 sull’utilizzo delle componenti della Power Unit ha subito alcuni cambiamenti rispetto alle scorse stagioni. Visto che le gare in programma sono 20 anziché 21, le componenti della Power Unit che si potranno utilizzare sono scese a 4 (erano 5 nel 2016).

Fare i furbi non paga

Vi ricordate il caso di Hamilton a Spa lo scorso anno? Sulla monoposto del pilota inglese vennero sostituite varie componenti della Power Unit (non tutte a fine vita utile) cumulando penalità in griglia pari a ben 30 posizioni (da scontare nel solo GP del Belgio)
Per impedire un simile comportamento il regolamento sportivo è stato modificato. A partire da quest’anno, ogni elemento cambiato oltre al quarto porterà ad una penalità ma, qualora ne venissero cambiati altri nello stesso GP, in quella gara verranno sì scontate le penalità imposte, ma solo l’ultimo elemento sostituito potrà essere usato nel GP successivo senza incorrere in sanzioni.
Proviamo a fare un esempio: se il venerdi un team sostituisce un MGU-H ed il sabato lo ricambia, omologandone un altro, solo quest'ultimo potrà essere utilizzato nei GP successivi. Il primo dei due, quello del venerdi, non potrà piu' essere rimontato in macchina. I team non potranno quindi creare un "magazzino ricambi", decidendo di cumulare penalità da "scaricare" in una sola gara.

Cosa si può sostituire: le componenti della Power Unit

Andiamo ad analizzare l’articolo 23.3 punti D,E,F del regolamento sportivo FIA che va a trattare in dettaglio gli argomenti sopra descritti.

La composizione della Power Unit è rimasta invariata ed è formata dai soliti sei elementi: motore endotermico (ICE), il generatore del motore del gruppo-cinetico (MGU-K), il generatore del motore dell'unità calore (MGU-H), l'accumulatore di energia (ES), il turbocompressore (TC) e l’elettronica di controllo (CE).

Per tutta la durata della stagione ogni pilota potrà utilizzare, senza incorrere in penalità, 4 elementi di ciascun componente della Power Unit (es. 4 ICE, 4 MGU-H, 4 MGU-K, 4 ES, 4 TC e 4 CE).
Se un pilota utilizza durante la stagione più di quattro di uno qualsiasi degli elementi, sarà imposta una sanzione di posizioni in griglia nel GP in cui è avvenuto l’utilizzo della componente 5,6, ecc.

Quali sono le sanzioni?

Le sanzioni saranno applicate come segue e saranno cumulative:
1. L’utilizzo del primo 5° elemento - 10 posizioni in griglia di penalità.
2. Se viene utilizzato un 5° elemento, diverso da quello evidenziato nel pt.1, la penalità sarà di 5 posizioni.
3. L’utilizzo del primo 6° elemento - 10 posizioni in griglia di penalità.
4. Se viene utilizzato un 6° elemento, diverso da quello evidenziato nel pt.3, la penalità sarà di 5 posizioni.

Una power unit o uno qualsiasi dei sei elementi saranno considerati come utilizzati una volta che il transponder, installato su ciascuna vettura, indicherà che la vettura è scesa in pista.

La situazione di Ferrari e Mercedes prima del GP di Monaco

Monaco è solo il sesto GP della stagione e visto l’equilibrio al vertice le possibili sanzioni potrebbero diventare fondamentali. In questo, Vettel è in una posizione di svantaggio rispetto ad Hamilton, in quanto il pilota tedesco è già a rischio penalizzazione avendo montato in vettura, durante il GP di Barcellona, il turbocompressore numero 4. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche