F2, Ungheria: trionfa Rowland, che rimonta Leclerc

Formula 1

Lucio Rizzica

Rowland

Il pilota britannico si impone in gara-1 davanti a Latifi e De Vries. Straordinaria quarta piazza per Leclerc che era partito in fondo alla griglia. Il monegasco resta in testa al mondiale con 54 lunghezze di vantaggio proprio su Rowland

Partito dal fondo dello schieramento dopo la squalifica rimediata per via di una irregolarità al differenziale riscontrata in verifica, nella gara uno d'Ungheria di Formula 2, Charles Leclerc non si è perso d'animo. Il pilota monegasco della Ferrari Academy è schizzato dalla sua piazzola come una freccia, superando al via sette avversari. Dopo due curve, da diciannovesimo che era, il leader del campionato aveva già portato la sua Prema in dodicesima posizione, undicesima dopo un giro e mezzo. Settato in modalità 'SPF' ('se po’ fa’...’), Leclerc ci ha creduto e ha iniziato a spingere con grande cattiveria a partire dall'undicesima tornata, mentre Fuoco è stato costretto al ritiro per l'errato montaggio di una gomma.

Alla quindicesima tornata Leclerc è passato in testa alla corsa, senza aver ancora effettuato la sosta ai box obbligatoria, per poi pittare al 22° giro contemporaneamente al prepotente ritorno di Rowland. A undici giri dalla fine Canamasas e Visoiu si toccano e Leclerc sale al nono posto: l'ingresso della safety car fa il resto e neutralizzando la corsa lo rimette in lotta per il successo finale dopo che il suo ritardo da Rowland era salito oltre il mezzo minuto. Partenza lanciata e gomme fresche stavolta per Leclerc, che in tre curve rimonta altre tre posizioni. La modalità 'SPF' ('se po’ fa’...') funziona alla grande e il monegasco è quinto a tre giri dal termine, quando Markelov esasperando un attacco a Rowland va fuori di traiettoria e finisce contro le barriere.

Successive indagini dei commissari hanno confermato l'ordine d'arrivo e la vittoria di Rowlanti che non ha commesso alcuna scorrettezza nell'episodio che ha visto Markelov uscire di pista. seguono il monegasco Latifi e De Vries. Straordinaria quarta piazza finale per Leclerc, ancora in testa al mondiale con 54 punti di vantaggio proprio su Rowland. Sesto posto corroborante per l'altro italiano Ghiotto che domani partirà dalla seconda fila.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche