Ferrari, Leclerc a Sky: "Pronto a ripartire in sicurezza. Sfiderei Rossi nel GP virtuale"

esclusiva
Carlo Vanzini

Carlo Vanzini

Il pilota della Ferrari ha parlato in esclusiva a Sky Sport: "Sono pronto a iniziare la stagione, ma la priorità deve essere la sicurezza di tutti. Mi piace l'idea di correre più volte sulla stessa pista, magari nel senso inverso". Sul rinnovo di Vettel: "Sono cresciuto tanto con lui, ma rispetterò la decisione della scuderia se hanno deciso di cambiare". Sui GP virtuali, in cui sta avendo tanto successo: "Mi piacerebbe sfidare Valentino Rossi"

INDYCAR IRACING, LA GARA VIRTUALE DI AUSTIN

Due GP e due vittorie: Charles Leclerc ha dimostrato di cavarsela benissimo anche con il virtuale, in attesa della ripresa delle corse reali. Intanto, intervistato da Carlo Vanzini, ha parlato a Sky del momento della Formula 1, del futuro, di avversari e compagni di squadra.
 

Ci stai facendo divertire con le gare virtuali, in cui abbiamo visto cimentarsi anche personaggi come Ciro Immobile o Courtois, il portiere del Real Madrid. C’è uno sportivo di un altro sport che vorresti incontrare in pista? Magari Valentino Rossi…

"Mi hai levato il nome dalla bocca: sicuramente Valentino. Sarebbe una cosa bella da fare…".
 

Visto che queste sono gare ufficiali di Formula 1 seppure virtuali, perché Verstappen o Hamilton non partecipano? Verstappen ha paura di te?

"Ma no, la paura non penso ci sia perché è comunque una cosa diversa dalla realtà. Forse non gli piace il gioco: è un peccato perché sarebbe bello anche per i tifosi che guardano in tv vedere più piloti in questi campionati. Non è reale, ma è una cosa che si avvicina, è bella e a me piace tantissimo. Mi avvicina alla gente che mi sostiene, faccio vedere di più la persona che sono, più il ragazzo di 22 anni che il pilota di Formula 1. E poi mi permette di divertimi con gli altri piloti mostrando una relazione diversa tra di noi rispetto a quando siamo pista: siamo lì più per ridere e divertirsi che per competere, anche se la competizione c’è sempre perché a nessun piace finire secondo. Peccato non ci siano tutti, ma settimana dopo settimana si aggiungono, e speriamo che tra poco ci saremo tutti".

Due GP virtuali e due vittorie virtuali, due bandiere reali a Maranello. Quando si spegnerà la Play e si tornerà alla realtà sarà difficile staccarsi da questa ‘realtà’ che si sta vivendo adesso?

"Per fortuna ci rendiamo conto che non è reale e sappiamo che sarà diverso quando ripartiremo. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra perché sono solo gare virtuali, ma sono gare che fanno bene a tutti ed è la cosa più importante in un momento come questo. Dopo, quando ci sarà da ricominciare con il reale, lo faremo ma penso che resterò comunque legato al virtuale perché è una cosa che mi piace e piace anche alla gente".

Tu sei pronto a ripartire a ogni costo?

"Sì, sicuramente sono pronto a ripartire quando bisognerà ripartire, ma solo se sarà sicuro per tutti, per quelli che lavorano, per i tifosi se ci saranno i tifosi. Questa è la priorità assoluta per ricominciare".

Ti andrebbe bene anche correre più volte sulla stessa pista o meglio rimandare tutto al 2021?

"Va bene anche correre sulla stessa pista più volte. Certo, fare 8 gare sulla stessa pista magari non avrebbe senso, ma non succederà. Mi piaceva l’idea di fare una gara nel senso normale e una nel senso inverso della stessa pista".



In questo periodo di sosta ci sarà il tempo per la Ferrari per prepararsi alla prima gara con una macchina con più certezze rispetto a quelle che avevate in Australia?

"Abbiamo avuto test invernali abbastanza difficili, per cui appena il lockdown sarà finito dovremo iniziare a lavorare forte, poi vedremo quando arriveremo alla prima gara. Per adesso non sappiamo di preciso a che punto siamo".

A me sembra un po’ strano che ti venga chiesto se va bene come compagno di squadra un 4 volte campione del mondo. Io ti chiedo qual è l’identikit del tuo compagno di squadra ideale

"Onestamente sono molto contento con Seb (Vettel, ndr) perché ha esperienza e velocità. Sono cresciuto tantissimo con lui e se continuerò ad averlo con me sicuramente continuerò a crescere. Compagni ideali non ce ne saranno mai, c’è sempre qualcosa… Se va troppo veloce va troppo veloce, se va troppo piano va tropo piano… È difficile, sicuramente uno come Seb è molto buono, ma rispetterò comunque la decisione della Ferrari se hanno deciso di cambiare. Alla fine ho bisogno di avere accanto uno con esperienza e velocità, che può spingermi in su".

Hai visto quanti messaggi ti arrivano ogni volta che c’è la replica del GP d’Italia su Sky. Un tuo messaggio a tutti quei tifosi che ti fanno sentire il loro affetto: come sai tra loro ci sono anche tanti medici, tanta gente in prima linea

"Siete grandissimi, siete gli eroi. Ho grande rispetto per tutti voi, e spero di riuscire a farvi divertire quando avete un po’ di tempo libero, è lo scopo di ciò che sto facendo in questo momento. Tenete duro, sono sicuro che i tempi migliori arriveranno. Per le persone a casa, restate a casa il più possibile perché è importantissimo, speriamo di vederci a breve in pista dal vivo, ma sono sicuro che questi giorni arriveranno presto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche